Qualificazioni Parigi 2024, canoa slalom: regolamento, come funziona? Le chances per l’Italia

Stefanie Horn - Foto Federcanoa Stefanie Horn - Foto Federcanoa

Archiviata un’Olimpiade, inizia la rincorsa a quella successiva. Manca infatti sempre meno ai Giochi Olimpici di Parigi 2024 e le Federazioni stanno ufficializzando le regole di qualificazione, fra cui anche la ICF per quanto riguarda la canoa slalom. Alle Olimpiadi transalpine parteciperanno 82 atleti, equamente divisi tra uomini e donne. Saranno sei gli eventi ai Giochi, tre per genere: kayak individuale, canoa individuale, kayak estremo. La Francia, in quanto Paese organizzatore, avrà due posti assicurati sia al maschile che al femminile. In ogni caso, ogni Nazione potrà essere rappresentata da un massimo di sei atleti, uno per specialità per genere. Ma come funzionano le qualificazioni?

PARIGI 2024: TUTTI GLI ITALIANI QUALIFICATI

QUALIFICAZIONI PARIGI 2024: IL CALENDARIO DI TUTTI GLI SPORT

TUTTI I REGOLAMENTI DI QUALIFICAZIONE

LE QUALIFICAZIONI

Innanzitutto, le quote non saranno nominative: il pass vale per la Nazione e non è legato all’atleta che l’ha conquistato. Sia per le donne che per gli uomini, nelle competizioni di qualificazioni saranno disponibili 21 posti nel kayak individuale, 17 nella canoa individuale e 3 nel kayak estremo. Nel Torneo Preolimpico Mondiale saranno assegnati 15 pass nel K1 maschile e 15 nel K1 femminile, 12 nel C1 maschile e 12 nel C1 femminile. Il Preolimpico Mondiale di canoa si svolgerà in occasione dei Mondiali 2023, dove gli atleti eleggibili più alti in classifica in ciascuna specialità staccheranno il pass. Qualora non dovessero svolgersi i Mondiali, allora si utilizzerà il Ranking mondiale aggiornato al 31 dicembre 2023 per definire gli atleti qualificati.

Nei Tornei Preolimpici Continentali invece, sarà messa in palio 1 quota per genere di K1 e C1, per ciascuna zona (Europa, Americhe, Asia, Africa e Oceania). Ogni Nazione potrà avere in gara al massimo un atleta per genere per specialità. Anche in questo caso, qualora non si tenessero i Preolimpici Continentali, sarà usato il ranking mondiale aggiornato al 31 dicembre 2023 per assegnare i pass. I migliori piazzati conquisteranno una quota per il proprio Paese. Se meno di tre Nazioni dello stesso continente sono incluse nel ranking mondiale al 31 dicembre 2023, che sarebbero eleggibili per partecipare, allora le quote saranno riallocate in seguito. Nel 2024 si svolgerà il Preolimpico Mondiale di Extreme Kayak, che metterà in palio 3 pass maschili e 3 femminili. A questo torneo potranno partecipare solo gli atleti che non hanno staccato il pass in altre specialità ed ogni Nazione potrà parteciparvi con un massimo di tre atleti per genere.

In tutti i preolimpici, ogni atleta potrà conquistare una sola quota per il proprio Paese. Inoltre, i pass saranno assegnati prima nella canoa e un’atleta che si è già qualificato nella canoa non potrà staccare il pass anche per il kayak. Le quote del kayak saranno quindi assegnate al successivo atleta eleggibile migliore in classifica. Qualora due o più atleti chiudessero la gara con lo stesso tempo, verranno considerati i risultati dei precedenti eventi di qualificazione per assegnare il pass. Per quanto riguarda l’extreme

UNIVERSALITY PLACES E RIALLOCAZIONE QUOTE

Qualora nei tornei precedenti non ci fossero i criteri o qualche Nazione non confermasse le proprie quote, allora queste saranno riassegnate al successivo atleta in classifica nello stesso torneo in cui era stata conquistata o messa in palio. Gli Universality Places saranno due in totale per la canoa, che potranno dunque essere assegnate sia ad atleti della canoa slalom sia della canoa di velocità. L’1 ottobre 2023, il CIO inviterà le Nazioni eleggibili a presentare la richiesta, che dovrà essere fatta entro il 15 gennaio 2024. La Commissione Tripartita poi deciderà, al termine del periodo di qualificazione, a quali Paesi assegnare le quote in questione.

QUI IL REGOLAMENTO COMPLETO