Atp, la regola sui Lucky Loser: ecco come funzionano i ripescaggi

Stadio Tennis United Cup Stadio Tennis United Cup - Photo by Tennis Australia/ TREVOR COLLENS

Cos’è un lucky loser e come funzionano i ripescaggi nei tornei Atp? Tutti gli appassionati di tennis si saranno posti almeno una volta nella vita questa domanda, magari incuriositi dalla presenza di un giocatore nel torneo nonostante fosse stato sconfitto in precedenza. Facciamo dunque chiarezza con una definizione precisa: “Il lucky loser (che si traduce letteralmente con “perdente fortunato”) è un giocatore che, eliminato nelle qualificazioni, rientra nel tabellone principale di un torneo al posto di un altro giocatore, solitamente infortunato oppure squalificato“.

Per fare un esempio concreto, basta pensare a Salvatore Caruso, che all’Australian Open 2022 sostituì Novak Djokovic, a cui fu negato il visto per l’Australia. Negli ultimi anni ci sono stati altri casi di lucky loser italiani che hanno sfruttato al meglio l’occasione. Marco Cecchinato, ad esempio, vinse l’Atp 250 di Budapest nel 2018 da qualificato. Due anni dopo, Lorenzo Sonego raggiunse invece la finale a Vienna, sempre da qualificato, togliendosi la soddisfazione di battere il numero uno Novak Djokovic. A questo punto non resta che scoprire i criteri alla base dei ripescaggi nei tornei Atp. I tennisti sconfitti all’ultimo turno di qualificazione sono infatti molteplici, ma non tutti riescono ad avere la fortuna di entrare nel main draw come lucky loser. Andiamo a scoprire come funziona tale procedimento.

Un giocatore può essere inserito nel tabellone principale di un torneo se soddisfa i criteri delineati per un lucky loser – recita il regolamento dell’Atp – I Lucky Loser saranno selezionati in base alla classifica del computer come segue“:

  • Se non ci sono posti vacanti quando il torneo di qualificazione è stato completato, l’ordine della lista dei Lucky Loser sarà delineato sulla base della loro posizione nel Ranking Atp, quello utilizzato al momento di determinare le teste di serie nel tabellone di qualificazione
  • Se c’è un posto vacante nel tabellone principale al termine delle qualificazioni, sarà estratto a sorte l’ordine dei due giocatori con il ranking più alto, dopodiché l’ordine sarà stabilito seguendo le classifiche dei giocatori
  • Se ci sono due o più ritiri quando il torneo di qualificazione è terminato, allora il sorteggio sarà il numero di ritiri totali più uno (ad esempio, con due ritiri saranno tre (2+1) i giocatori a partecipare al sorteggio)
  • Nel caso in cui i giocatori del turno precedente di qualificazione (quindi non all’ultimo) siano inclusi nel sorteggio, questi saranno posizionati dietro a tutti giocatori che hanno perso nell’ultimo turno di qualificazione.

IMPORTANTE: Solo i giocatori ammessi al torneo di qualificazione possono firmare come Lucky Loser.

Un altra regola da tenere a mente è la seguente: “L’elenco dei lucky loser deve essere pubblicato ogni giorno almeno un’ora prima della scadenza per l’iscrizione, che deve essere mezz’ora prima della prima partita programmata della giornata. In caso di pioggia o altre interruzioni, il supervisore può modificare il termine a seconda dei casi. Tutte le scadenze di accesso per Lucky Loser devono essere inserite nel programma di ogni giorno di gioco“.

ATTENZIONE: Quanto detto finora vale per tutti i tornei (Atp 250, 500 e Masters 1000) TRANNE che per gli slam.

A partire dal 2006 è stata introdotta una nuova politica per quanto riguarda i tornei del Grande Slam: “I quattro giocatori con il ranking più alto che perdono nell’ultimo turno di qualificazione prendono parte a un sorteggio casuale a quattro, i cui risultati vengono utilizzati per determinare l’ordine in cui ogni giocatore entrerà nel tabellone principale“. Di conseguenza, se è disponibile un solo posto per il tabellone principale per un lucky loser, i quattro giocatori avranno ciascuno il 25% di possibilità di entrare nel tabellone. Ovviamente, se i posti liberi nel main draw dovessero aumentare, allo stesso tempo aumenterebbero i giocatori che partecipano al sorteggio casuale.