Masters 1000 Miami 2023, il tabellone maschile: sarà di nuovo Alcaraz contro Medvedev?

Carlos Alcaraz Carlos Alcaraz - Foto Ray Giubilo

Il tabellone del torneo Masters 1000 di Miami 2023 è stato sorteggiato. Il torneo è ai nastri di partenza, e i protagonisti sono determinati a prendersi la scena. Uno su tutti è il giocatore che scalpita alla viglia dell’avvio: Carlos Alcaraz. Lo spagnolo si è ripreso la prima posizione nel ranking mondiale vincendo ad Indian Wells contro un Daniil Medvedev che fino a quella finale non sembrava poter essere fermato. Alcaraz è carico, determinato e, soprattutto, è il campione in carica del torneo. L’assenza di Novak Djokovic e Rafa Nadal è pesante anche in questo tabellone, ma l’esperienza non manca, e neppure la voglia di rovinare la festa al diciannovenne che guida il seeding e la classifica mondiale. Carlitos esordirà al secondo turno, come tutte le trentadue teste di serie, e lo farà contro uno tra un qualificato e Facundo Bagnis, prima di trovarsi virtualmente contrapposto, al terzo turno, ad Andy Murray o Maxime Cressy. Al capo opposto del tabellone c’è la testa di serie numero due, Stefanos Tsitsipas, che affronterà uno tra Richard Gasquet e un qualificato.

Daniil Medvedev, finalista in California per la quarta volta in quattro tornei consecutivi nel suo 2023, si trova nella parte bassa del tabellone e detiene la testa di serie numero quattro. Per lui l’esordio sarà contro uno tra gli spagnoli Carballes Baena e Zapata Miralles. Lo spagnolo che ha nel mirino, però, è proprio quell’Alcaraz che ha fermato a diciannove le vittorie consecutive per il moscovita. La sfida potrà ripetersi solo in finale, e a giudicare dallo stato di forma dei tennisti, a racchette ferme, è proprio Medvedev il candidato principale per contendere il titolo al campione in carica. Casper Ruud, finalista lo scorso anno, esordirà contro Ilya Ivashka o un qualificato, e non potrà ottenere una rivincita in finale contro Alcaraz, dal momento che i due si trovano nello stesso lato del tabellone e potrebbero incontrarsi in semifinale.

Grande attesa intorno a Jannik Sinner, che sta facendo molto bene in questo 2023 e arriva in Florida da un’ottima settimana sui campi di Indian Wells. L’azzurro, che in California si è arreso ad Alcaraz in semifinale, vorrà certamente riscattare il torneo del 2022, quando fu costretto al ritiro dopo soli cinque game dell’incontro ai quarti contro Francisco Cerundolo. Sinner esordirà contro Laslo Djere o un qualificato, e potrebbe incontrare Grigor Dimitrov al terzo turno. Per gli altri italiani Miami potrebbe essere terra di riscatto. Lorenzo Musetti, dopo la deludente ‘gira’ sudamericana e la sconfitta al primo turno a Indian Wells contro Mannarino, esordirà con Federico Coria o Jiri Lehecka. Matteo Berrettini, invece, che arriva in Florida dopo la delusione del Challenger 175 di Phoenix, dovrà vedersela contro Daniel Galan o Mackenzie McDonald. In campo anche Lorenzo Sonego, che esordirà contro Dominic Thiem, e Fabio Fognini, che affronterà Constant Lestienne al primo turno.

Da tenere d’occhio alcuni incontri nella prima fase: la sfida tra Andy Murray e Dusan Lajovic, mai disputata prima d’ora nel circuito; il derby francese tra Ugo Humbert e Gael Monfils, entrato nel main draw grazie al ranking protetto e subito chiamato a giocare un incontro non facile; l’interessante confronto tra Alexander Bublik e J.J. Wolf, che in casa potrebbe sparigliare le carte, partita dalla quale uscirà l’avversario d’esordio di Andrey Rublev. Insomma, Miami è pronta a regalare grande spettacolo agli appassionati, non resta che attendere che il torneo maschile prenda il via.