Sci di fondo, sprint Tour de Ski 2023 Val Mustair: Klaebo trionfa nel maschile, Pellegrino secondo

Federico Pellegrino - Foto Giovanni Auletta/Pentaphoto

Si sono conclusi gli sprint maschili e femminili del Tour de Ski 2023 in Val Mustair. Nel maschile trionfa Klaebo che supera nel rettilineo finale un grande Pellegrino, che sfiora il colpo risalendo dall’ultima posizione nel secondo giro.  3’00”98 per il campione norvegese che chiude con 18 centesimi di vantaggio sull’italiano. Skar sul gradino più basso del podio a 2”19 da Klaebo. Mocellini, secondo italiano in gara, non riesce ad accedere alla semifinale per soli 5 centesimi.

Nel femminile Faehndrich domina sin dalla prima batteria e vince chiudendo in 3’23”56 davanti a un’ottima Dahlqvist, 3’24”29. Chiude il podio Weng.L, 3’24”18. Sanfilippo, unica italiana in gara, fuori nella prima batteria con il 6° crono su 6.

Partono i quarti di finale femminili con Faehndrich e Karlsson che dominano la prima uscita chiudendo in 3’22”74 e 3’23”21. Nella seconda Dahlqvist si mette davanti a tutti con un gran rientro chiudendo in 3’21”07 seguita da Kern e Weng.T in 3’21”13 e 3’21”42. Terza batteria più lenta con Weng.L che la spunta su Janatova in 3’24”96. La ceca chiude in 3’25”43. Nella quarta batteria Krehl e Niskanen ottengono l’accesso alle semifinali con i tempi di 3’26”37 e 3’26”66. Ultima batteria che vede protagonista Kalvaa, 3’24”71, che insieme a Gimmler, 3’25”32, si guadagna la semifinale. Ripescata Weng.T da lucky loser.

Dopo le femminili iniziano quarti di finale maschili. Nella prima Klaebo con un gran finale si mette davanti a tutti in 3’01”46 seguito da Chanavat in 3’01”74. Pellegrino nella seconda batteria controlla le operazioni e chiude in 3’00”80 davanti a Jay, in 3’01”21. Terza batteria combattuta con Skar, 3’00”26, e Novak, 3’00”45, che si mettono dietro Persson volando in semifinale. Nella quarta batteria Mocellini non riesce nell’impresa di qualificarsi per la semifinale per soli 5 centesimi dietro Haeggstroem. Passano Riebli e Jouve in 3’00”13 e 3’00”44. Nell’ultima batteria bene Grond che precede Golberg, qualificato per un centesimo a discapito di Halfvarsson. Lucky loser gli svedesi Persson e Haeggstroem.

Nella prima semifinale femminile passano Faehndrich, 3’24”03, Dahlqvist, 3’24”29, Weng.L, 3’24”66 e Karlsson in 3’25”54. Seconda semifinale più lenta con Weng.T e Kalvaa che chiudono in 3’25”26 e 3’25”43 guadagnandosi la finale. Lucky loser Weng e Karlsson che accedono alla finale grazie a un crono migliore.

Nella prima semifinale maschile ok Klaebo in 3’00”93 con il solito recupero nel finale. Bene Chanavat che si mette dietro Pellegrino che chiude in 3’01”23. Seconda semifinale con un ottimo Novak che accede alla finale insieme a Jouve. Lucky loser Pellegrino e Skar, 3° e 4° nella prima semifinale, che si guadagnano la finale.

In finale femminile si giocano i primi posti Faehndrich, Dahlqvist, Weng.L, Karlsson, Weng.T e Kalvaa. Con un secondo giro stratosferico, Faehndrich, 3’23”56, vince davanti a Dahlqvist, 3’24”03, e Weng.L, 3’24”18. Weng.T quarta davanti a Karlsson e Kalvaa.

Nella finale maschile si giocano la vittoria Klaebo, Novak, Pellegrino, Chanavat, Skar e Jouve. Come da pronostico Klaebo trionfa superando un super Pellegrino che sfiora il colpo grosso chiudendo in seconda posizione a 18 centesimi dal norvegese. Chiude il podio l’altro norvegese Skar