Europa League, Rossella Sensi: “Roma defraudata. Il calcio italiano è stato preso a schiaffi”

Rossella Sensi Rossella Sensi - Foto LiveMedia/Domenico Cippitelli

La Roma e soprattutto i suoi tifosi sono al centro delle polemiche per quello accaduto al direttore di gara Taylor che è stato accerchiato in aeroporto da alcuni tifosi giallorossi. Sulla partita e sulle sviste arbitrali dell’arbitro inglese ha parlato anche Rossella Sensi su un post di Facebook.

Queste le parole della Sensi: “Sei sola Roma mia. Defraudata, attaccata, abbandonata. Dopo una serata in cui tutto il calcio italiano è stato preso a schiaffi in una finale europea c’è spazio solo per le critiche ai tifosi e a Mourinho nel silenzio totale delle istituzioni su ciò che è accaduto a Budapest in diretta mondiale. Nessuno condivide ciò che ha vissuto l’arbitro Taylor all’aeroporto, ma la narrazione dei fatti ha vissuto una escalation di esaltazione collettiva esagerata. Roma è passata così da essere vittima a carnefice“.

E ancora: “Mourinho non è di certo il primo allenatore ad avere un contatto verbale con un arbitro, ma di certo non ha responsabilità di ciò che può avvenire in altri contesti. La Roma quest’anno è stata vittima di errori e il tecnico li ha spesso sottolineati”. “Anche la mia di Roma si ritrovò in una situazione simile e mio papà ha dovuto lottare con tutte le forze, come sono sicura farà il presidente Friedkin. È arrivato il momento di compattarsi, di fare fronte comune per non perdere ciò che di buono questa società, questa squadra e questa tifoseria hanno costruito in questi anni“.