Maratona di Roma 2023, risultati e ordine di arrivo: Taoufik Allam vince a sorpresa, 6° Crippa

Nekagenet Crippa Nekagenet Crippa - Foto LiveMedia/Raffaele Conti

Diverse migliaia di atleti ed appasionati questa mattinata hanno riempito le strade di Roma per l’edizione 2023 della Maratona cittadina. Una grandissima atmosfera sulle strade del centro della Capitale, con il marocchino Taoufik Allam che a sorpresa va a vincere la gara maschile in 2:07.42.29, con lo scatto decisivo arrivato a circa cinque chilometri dall’arrivo, quando è riuscito a staccare il suo compagno di avventura Wilfred Kigen. L’atleta del Kenya è sostanzialmente rimasto nelle posizioni di testa per 3/4 di gara, cercando anche un paio di allunghi con i quali però non è riuscito a fare il vuoto dietro di sé. Allam ha sempre reagito e alla fine è stato lui ad avere maggiori energie nella parte finale, mentre Kigen deve accontentarsi della seconda piazza e del suo record personale.

Ottima la prova del nostro Nekagenet Crippa, che chiude in sesta posizione, con un tempo di poco superiore alle 2 ore e 12 minuti. Sono quattro gli azzurri in top-10, con La Rosa, Giacobazzi e Salami che la chiudono.

ORDINE DI ARRIVO GARA MASCHILE

  1. ALLAM Taoufik (MAR) 2:07:42.49
  2. KIGEN Wilfred (KEN) +1:02.38
  3. KEROR Rogers (KEN) +3:06.60
  4. KIRUI Felix Kiprotich (KEN) +3:06.60
  5. HEYE Berhanu (ETH) +4:08.03
  6. CRIPPA Nekagenet (ITA) +4:28.11
  7. BERHANU Sisay (ETH) +7:58.71
  8. LA ROSA Stefano (ITA) +10:18.58
  9. GIACOBAZZI Alessandro (ITA) +14:31.04
  10. SALAMI Najibe (ITA) +14:31.04

La prova femminile è invece andata a Betty Chepkwony, che dopo essere apparsa in grande difficoltà nella parte centrale di gara è invece riuscita a ricucire il margine di svantaggio sulle atlete etiopi che fino a una decima di chilometri dall’arrivo stavano facendo gara di testa. Sembrava poter essere Jemila Shure a compiere l’impresa, andando via intorno al trentesimo chilometro, ma l’atleta nativa di Addis Abeba è incappata in una pesante crisi nell’ultima porzione di tracciato. La ragazza kenyana abbassa di circa sette minuti il suo personale e trionfa in 2:23:02.09. In seconda posizione si piazza Fozya Amid, giunta al traguardo con un ritardo superiore ai due minuti. Sul terzo gradino del podio Zinash Debebe Getachew. Due azzurre in top-10: Arianna Lutteri e Paola Salvatori, rispettivamente ottava e nona. 

ORDINE DI ARRIVO GARA FEMMINILE

  1. CHEPKWONY Betty (KEN) 2:23:01.09
  2. AMID Fozya Jemal (ETH) +2:06.64
  3. GETACHEW Zinash Debebe (ETH) +2:57.12
  4. SHURE Jemila (ETH) +4:59.91
  5. AMBI Mulugojam (ETH) +6:23.38
  6. KIPRONO Brenda (KEN) +15:25.16
  7. EZHIW Etsegenet (ETH) +15:55.23
  8. LUTTERI Arianna (ITA) +24:07.76
  9. SALVATORI Paola (ITA) +32:40.60
  10. HADLEY Magie (AUS) +36:57.66