Finals Coppa Davis 2022, Sonego fa sognare l’Italia: sconfitto Shapovalov, è 1-0 sul Canada

Lorenzo Sonego, Coppa Davis Lorenzo Sonego, Coppa Davis - Foto Sposito/FIT

Lorenzo Sonego ne ha fatta un’altra! Di impresa, perché non si può definirla in altro modo l’incredibile vittoria ai danni di Denis Shapovalov. Un battaglia di 3h e 15′ terminata con il punteggio di 7-6(4) 6-7(5) 6-4 in favore del piemontese, che regala il primo punto alla nostra squadra. Un match in cui è successo di tutto, e in cui Lorenzo è stato soprattutto straordinario nel reagire nelle prime battute del terzo set, dopo non aver concretizzato un vantaggio di 5-2 nel tie-break del secondo parziale. A parte una visibile tensione emersa in quel frangente, per il resto l’azzurro è stato glaciale nei punti decisivi: 12/13 palle break annullate all’avversario, che dopo aver sciupato tanto finisce per chiudere il match con due doppi falli consecutivi. L’Italia è sull’1-0 ed è ora un passo più vicino al traguardo.

GLI HIGHLIGHTS

DICHIARAZIONI SONEGO

LIVE ITALIA-CANADA

ITALIA-CANADA IN TV

PROGRAMMA, CALENDARIO E COPERTURA TV

REGOLAMENTO

TABELLONE: SEMIFINALI ED ACCOPPIAMENTI

PRIMO SET – Partenza in salita per Sonego, che perde il servizio nel primo game e rimane a secco di punti fino al terzo game, con Shapovalov che con otto punti consecutivi vola sullo 0-2. Il torinese si sblocca con un dritto inside out e volée alta sul 15-15 del terzo gioco, e dopo aver accorciato sull’1-2 conquista il controbreak ai vantaggi nel quarto game rimettendo il match in parità sul 2-2. Altre due opportunità per Sonego di strappare il servizio all’avversario nel sesto game, ma Shapovalov si salva ai vantaggi e pareggia sul 3-3. Situazione invertita nel gioco successivo, con due palle break annullate dall’azzurro che torna avanti sul 4-3, ma il canadese pareggia subito i conti con un game a zero sul 4-4.

Lorenzo è costretto ai vantaggi in altre due occasioni, sia sul 4-4 che sul 5-5, ma in entrambi i casi riesce a tenere il servizio senza concedere occasioni all’avversario. Ancora meno patemi invece per il Shapovalov, e quindi si arriva al giusto epilogo del tie-break. Qui Sonego si dimostra coraggioso, è sempre il primo a cercare il punto in spinta e viene premiato. Scappa subito sul 5-1, Shapovalov anche con un pizzico di fortuna risale fino al 5-4, ma il piemontese con il dritto vince gli ultimi due punti e si aggiudica la frazione per 7-6(4).

SECONDO SET – Nella seconda frazione non succede quasi nulla degno di nota per più di venticinque minuti, con entrambi i tennisti che riescono a tenere facilmente i rispettivi turni di battuta. Nei primi nove games non si vede una palla break e non si arriva mai ai vantaggi. Sul 4-5 Sonego parte male, con due errori di dritto, seguiti da uno splendido punto di Shapovalov che si guadagna tre set point. Lorenzo però ancora una volta con coraggio spinge a tutta e li annulla tutti e tre, poi anche un quarto e un quinto con delle ottime prime di servizio. Dopo cinque palle set non concretizzate dal canadese siamo 5-5.

Si arriva ad un altro tie-break, dove è Shapovalov il primo ad andare in vantaggio di un minibreak sul 2-1, salvo perdere entrambi i suoi successivi due turni di battuta.  Quattro i punti consecutivi da parte di Sonego, che si porta avanti 5-2, ad un passo dal regalare il vantaggio al suo team. Shapovalov tiene i suoi due servizi, poi purtroppo Lorenzo sente un po’ la tensione del momento, sbaglia un dritto sul 5-4 e commette un doppio fallo sul 5-5. Perde il set 6-7(5) cedendo lui cinque punti di fila.

TERZO SET – Non che i primi due non lo fossero stati, ma il terzo parziale diventa una vera e propria battaglia di nervi, con la stanchezza che inizia anche a farsi sentire. Entrambi danno i primi segnali di cedimento al servizio e offrono più chances all’avversario. Sonego annulla due palle break nel game d’apertura e si salva dallo 0-30 nel terzo game; poi tocca a Shapovalov annullarne una sul 2-3 e successivamente nuovamente all’azzurro, che ne salva altre tre sul 3-3. L’azzurro non molla mai e si arrampica sul 5-4. Shapovalov va al servizio, sale 30-0 e poi commette un disastro dopo l’altro. Dal 30-30 addirittura due doppi falli consecutivi che permettono a Sonego di chiudere e portare il primo punto all’Italia.