Penalità a Vettel, i piloti in coro: “Troppo severa, non interpreta le regole delle corse”

Sebastian Vettel - Ferrari Sebastian Vettel - Foto Renzopaso - CC-BY-SA-2.0

Dopo oltre una settimana dal fatto, la penalizzazione a Sebastian Vettel continua a far discutere. Nel pomeriggio di venerdì 21 giugno a Le Castellet, in occasione della prima giornata di libere del Gran Premio di Francia, la Ferrari si recherà dalla Fia per discutere riguardo la penalità inflitta al pilota tedesco durante la gara di Montreal (dopo che la Rossa ha presentato istanza di revisione). E quest’oggi, in conferenza stampa, l’argomento non è passato di certo sotto traccia. Nonostante la decisione dei commissari gara, i piloti colleghi stanno dalla parte di Seb. “Non credo che Hamilton incorresse in un grave pericolo in quel momento – ha dichiarato Carlos Sainz – Penalità troppo drastica, non interpreta bene le regole delle corse che stanno nel divertimento e lotte dure“.

Dello stesso avviso anche Pierre Gasly: “Dal punto di vista di Seb è molto dura e frustrante. Purtroppo sono cose che accadono ma per me è stato molto severa la penalità a Vettel“. Romain Grosjean sottolinea la difficoltà del regolamento: “Ci sono penalità che possono essere diverse per casi molto simili. È difficile per i commissari interpretare al meglio le regole, non sempre è facile. Solo Seb sa se poteva lasciare più spazio o meno“. Infine Nico Hulkenberg preferisce non entrare nella polemica con un sorriso: “Caso Vettel? C’è stata una penalità? Non me ne ero accorto, la stampa non ne ha parlato“. Domani il verdetto definitivo con la possibilità di vedere modificata una regola parsa fuori contesto nell’episodio che ha visto coinvolti Vettel e Hamilton. Difficilmente Seb potrebbe riottenere la vittoria conquistata in pista ma il colloquio potrebbe portare a un qualcosa di nuovo in vista delle prossime gare.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.