F1, Presidente Fia: “20 miliardi per i diritti? E’ francamente esagerato”

Mohammed Ben Sulayem Mohammed Ben Sulayem - Foto LiveMedia/Antonin Vincent / Dppi/DPPI

Mohammed Ben Sulayem, Presidente della Fia si è espresso con toni preoccupati in merito alla vicenda secondo cui il fondo sovrano dell’Arabia Saudita avrebbe proposto a Liberty Media di acquistare i diritti della Formula 1 per 20 miliardi di dollari. “In qualità di custode del motorsport, la Fia, quale organizzazione senza scopo di lucro, è cauta riguardo al presunto valore gonfiati di 20 miliardi attribuito alla Formula 1. Si consiglia a qualsiasi potenziale acquirente di applicare il buon senso, considerare il bene dello sport e presentare un piano chiaro e sostenibile, non solo un sacco di soldi. È nostro dovere considerare quale sarà l’impatto in termini di aumento delle tariffe di hosting e altri costi commerciali e qualsiasi impatto negativo che potrebbe avere sui fan”. Parlando col sito Autosport, il presidente della Fia ha continuato: “La valutazione di 20 miliardi di dollari per il circus, che Liberty Media ha acquisito anni fa per 4,4 miliardi, è francamente esagerata. Parlando con buon senso, può valere così tanto la Formula 1? E se sì, come è possibile recuperare quei soldi? In realtà serve un piano concreto e fattibile, che non rischi solo di moltiplicare i costi. Fino ad ora, però, si tratta di voci, ma credo che anche la Fia dovrebbe partecipare ai colloqui, dare consigli, perché la Federazione è proprietaria del campionato anche se lo abbiano ‘affittato'”.