Stadio Roma, parere non favorevole del Comune

Stadio Roma Tor di Valle

Il Comune di Roma non è favorevole al progetto dello ‘Stadio della Roma’. In giornata è uscita una nota ufficiale della Regione Lazio che ha annunciato il parere sfavorevole del Campidoglio riguardo il progetto della società giallorossa: “In data odierna, l’Amministrazione comunale di Roma Capitale ha consegnato alla Regione Lazio le valutazioni sul progetto dello ‘Stadio della Roma’. Il parere unico di Roma Capitale sul progetto definitivo dello Stadio della Roma è non favorevole“.

Il Comune nel parere ha anche fissato le condizioni e le prescrizioni per il superamento del dissenso e per arrivare ad un accordo con i proponenti in vista della chiusura, questa volta, definitiva, della Conferenza dei Servizi. Si legge ad esempio in uno dei passaggi: “Il progetto, al fine del superamento del dissenso espresso in tema di mobilità, dovrà prevedere un ulteriore potenziamento della ferrovia Roma-Lido“, oltre ad  “adeguati livelli di sicurezza stradale, veicolare e pedonale”; “adeguati ‘livelli di servizio’ delle infrastrutture stradali (rotatorie, intersezioni, svincoli, rampe, accessi e svincoli dai parcheggi etc); di completare “la documentazione progettuale e colmare le carenze di contenuti”. Va poi ridefinito “il perimetro delle zone”, già soggette “a rischio per eventi idraulici”.

“Sul progetto definitivo dello stadio della Roma c’è la volontà ad andare avanti per analizzare il dossier. E’ stata chiesta proprio per questo motivo la proroga di trenta giorni della Conferenza dei Servizi”. Così  in una nota il Campidoglio. “Riserve sono state espresse sui livelli di sicurezza stradale, veicolare e pedonale nella consapevolezza che ci sono trenta giorni per intervenire. C’è una lista di temi da affrontare nel periodo di sospensione; ci sono tutti i margini per concludere positivamente la procedura“, conclude.

 

ECCO IL PARERE COMPLETO DI ROMA CAPITALE

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.