Ivan Zazzaroni: “Penalizzare solo la Juventus? Le plusvalenze si fanno in due”

Ivan Zazzaroni - Foto Facebook

Ivan Zazzaroni ha scritto sul Corriere dello Sport alcune riflessioni in merito al caso plusvalenze, che ha visto la Corte d’Appello della FIGC infliggere ben 15 punti di penalizzazione alla Juventus e, al contrario, assolvere gli otto club che erano coinvolti negli affari con i bianconeri. “Perché penalizzare solo la Juventus? Le plusvalenze si fanno in due”: questo il quesito posto da Zazzaroni nell’articolo da lui scritto, nel quale ha poi provato ad interpretare le motivazioni che hanno spinto gli organi federali a prendere questa dura decisione nei confronti del club torinese. “Tento un’interpretazione del dispositivo: la Juve è stata condannata per slealtà – si legge nell’articolo –, sulla base delle intercettazioni presenti nelle 14.000 pagine dell’inchiesta Prisma, dove è la protagonista. Se così fosse, il mezzo, l’oggetto del reato, le plusvalenze, conterebbero relativamente”.

La riflessione è poi proseguita con la previsione che ci sarà una forte ribellione della tifoseria juventina, la quale non accetterà di buon grado questa sentenza, e così proveranno a fare i giocatori sul campo, che avranno il compito di provare a vincere in attesa di una conferma o meno di 15 punti di penalizzazione. Secondo Zazzaroni, inoltre, non va tracurato il deteriorarsi dei rapporti tra la Juventus e la UEFA in merito alla questione Superlega: sarà compito dei nuovi dirigenti cercare di ricostruire una relazione che si è totalmente rotta.