Diritti tv, le trattative private slittano a giovedì 29 giugno

Slitta a giovedì 29 giugno l’apertura delle trattative private tra la Lega Serie A e i tre broadcaster interessati (Dazn, Sky e Mediaset) ai prossimi diritti tv. In lega si sta lavorando per sistemare gli ultimi dettagli per una giornata fondamentale e il cambio di data dal 26 giugno si è reso necessario per venire in contro agli impegni di tutti i protagonisti coinvolti. Per la Lega, ricordiamo, la trattativa sarà portata avanti dalla commissione scelta dall’assemblea della scorsa settimana: ne fanno parte i rappresentati di Napoli (il presidente De Laurentiis), Lazio (il presidente Lotito), Inter (l’avvocato Capellini), Atalanta (l’a.d. Luca Percassi) e Udinese (il vice presidente Campoccia).

La Lega di Serie A ha infatti convocato un’assemblea per il 30 giugno (alle 12.30 in prima convocazione, alle 14.30 in seconda) per discutere, fra le altre cose, dell’esito delle trattative private e delle conseguenti determinazioni in relazione ai diritti audiovisivi 2024-29. All’ordine del giorno anche il preventivo del bilancio 2023-24.