Australian Open 2022, prima giornata: esordio per Berrettini, Bronzetti a caccia di Barty

Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo

È ormai solo questione di ore prima che si accendano i riflettori sul tabellone principale degli Australian Open 2022. Si entra finalmente nel vivo del primo Slam dell’anno, con la parte alta dei sorteggiati ai nastri di partenza; 6 gli italiani impegnati fra maschile e femminile, con alcune partite già da dentro-fuori.

Nel maschile, Lorenzo Sonego ritrova Sam Querrey: il torinese ha vinto l’unico precedente proprio in Australia, lo scorso anno, in tre set. Fra i due è Lorenzo a partire favorito, specie se si considera che l’ultimo match dell’americano risale ad ottobre e che il suo gioco, basato su un fondamentale come il servizio, è sempre difficile da portare al ritmo giusto dopo un lungo periodo di stop. Poco più giù nel tabellone, Fabio Fognini incrocia Tallon Griekspoor; il trentaquattrenne ligure arriva dalla sconfitta rimediata contro Brandon Nakashima a Sidney, mentre l’olandese ha l’ambizione di riprendere l’ottimo percorso tracciato lo scorso anno. Se l’ex numero 1 d’Italia entrerà in campo con il piglio giusto, ci saranno delle possibilità per strappare un secondo turno, dove presumibilmente lo attenderà il numero 19 del seeding Pablo Carreño Busta.

Spetta invece a Matteo Berrettini l’onere di ‘vendicare’ il suo connazionale, con lo statunitense Nakashima che cercherà lo ‘shock’ al primo turno; i due non si sono mai affrontati prima d’ora, ma l’incontro promette spettacolo. Durante l’Atp Cup, il tennista romano ha vinto 1 match sui 3 giocati, ai danni del francese Ugo Humbert; il tempo delle prove è finito, da ora è ‘buona la prima’.

TABELLONE MASCHILE

TABELLONE FEMMINILE

MONTEPREMI

MONTEPREMI QUALIFICAZIONI

Nel femminile apre le danze Lucia Bronzetti, che ha ottenuto una stupenda qualificazione al main draw nelle scorse ore. Ad attenderla è pronta Varvara Gracheva, la quale non ha iniziato nel migliore dei modi il 2022, vista la sconfitta con un doppio 0-6 nel torneo di preparazione di Melbourne; la ventitreenne allenata dai fratelli Piccari potrà giocarsi le sue carte, ed in caso di vittoria, il ‘regalo’ sarebbe probabilmente una sfida nella Rod Laver Arena contro la numero 1 del mondo, Ashleigh Barty.

Camila Giorgi affronta la ventenne Anastasia Potapova, in un incontro assolutamente inedito; la trentenne di Macerata parte favorita ed ha buone possibilità di passare i primi due turni, prima di un ipotetico scontro con Barty. Primo turno ostico per Jasmine Paolini, impegnata per la quarta volta in carriera contro Elena Gabriela Ruse: la rumena ha vinto 2 dei 3 scontri, entrambi su cemento; la ventiseienne toscana è però in crescita, e può provare a sovvertire i pronostici.

A chiudere l’analisi c’è Martina Trevisan, fresca a sua volta di qualificazione al main draw; ad attenderla c’è Saisai Zheng, in una sfida tutt’altro che impossibile. La ventisettenne cinese è ferma da novembre, dove già non ottenne risultati troppo incoraggianti. Parola d’ordine per tutti: crederci, fino in fondo ed incondizionatamente, con l’ambizione di vedere ancora tanti tennisti italiani battagliarsi nel Major australiano.