Cinque federazioni al voto ma i presidenti uscenti non hanno sfidanti

Logo del CONI

Sono ben quattro le federazioni sportive che domani andranno alle urne per scegliere i propri rappresentanti per il quadriennio 2017-2020. Si tratta della Federazione medico sportiva italiana (Fmsi), della Federazione italiana judo, lotta, karate e arti marziali (Fijlkam), della Federazione italiana hockey e pattinaggio (Fihp) e della Federazione italiana sci nautico e wakeboard (Fisw).

In realtà ci sarà poco da scegliere perché i quattro presidenti uscenti non avranno rivali: Maurizio Casasco, Domenico Falcone, Sabatino Aracu e Luciano Serafica sono candidati unici e con ogni probabilità saranno riconfermati dalle rispettive assemblee. La Fmsi è già riunita da mercoledì scorso all’Hotel Rome Cavalieri per il XXXV Congresso incentrato sul tema “Guardiamo al futuro: l’atleta al centro”: l’assemblea elettiva si terrà nella stessa struttura con prima convocazione alle ore 7 e seconda alle 9, con Casasco lanciato verso il quarto mandato consecutivo. Ancor più longeva la presidenza di Sabatino Aracu alla Federazione italiana hockey e pattinaggio, pronta domani a trasformarsi in Federazione italiana sport rotellistici (Fisr): la modifica nella denominazione sarà ovviamente sottoposta al voto dell’Assemblea convocata presso l’Auditorium Bachelet dell’Hotel The Church Palace, a Roma, dove il presidente uscente, in carica dal 1993, sarà incoronato per la settima volta consecutiva.

Falcone e Serafica, rispettivamente presidenti di Fijlkam e Fisw, cercano invece la prima conferma dopo le rispettive elezioni avvenute nel 2014, a metà quadriennio olimpico: l’Assemblea della Federazione italiana judo, lotta, karate e arti marziali si svolgerà al PalaPellicone di Ostia con prima convocazione alle 9 e seconda alle 10, mentre la Federazione nazionale sci nautico e wakeboard si riunirà a Milano presso il Palazzo delle federazioni sportive. Domenica, infine, toccherà alla Federazione italiana pesca sportiva ed attività subacquee: assemblea convocata alle ore 9 (seconda convocazione alle 9.30) presso l’hotel Galilei a Pisa e anche qui ci sarà un solo candidato, il presidente uscente Ugo Matteoli, in carica dal 2001 e pronto per il quinto mandato consecutivo.