Vuelta 2021, l’analisi dei favoriti per la maglia rossa: Bernal sfida Roglic, Yates outsider

Primoz Roglic - Foto Facebook Team Jumbo-Visma

Il terzo grande giro della stagione 2021, la Vuelta a Espana, è sulla carta quello più aperto a vari scenari, dato che quasi nessun corridore lo ha impostato come primo obiettivo dell’anno e cerca in questo appuntamento o di mettere una ciliegina sulla torta della stagione o di raddrizzarla completamente. Guardando la lista di partenza i due principali favoriti per la maglia rossa sono due: il due volte vincitore e campione in carica Primoz Roglic e il vincitore del Giro 2021 Egan Bernal.

VUELTA 2021: IL PERCORSO

IL CALENDARIO COMPLETO DELLE 21 TAPPE

VUELTA 2021 IN TV E STREAMING: COME VEDERLA IN DIRETTA

VUELTA 2021: IL MONTEPREMI DELLA CORSA

Lo sloveno si è imposto nelle ultime due edizioni dando anche spettacolo e dopo un Tour de France nel quale è stato costretto ad un mesto ritiro, ha dimostrato una grande condizione a Tokyo, quando ha dominato la prova olimpica a cronometro. Se la condizione lo supporterà per tutte le 3 settimane spagnole sicuramente sarà il favorito per vincere e fare tris. Il percorso però sulla carta sembra ancora più adatto al colombiano per via delle tante salite, ma per lui c’è l’incognita condizione dato che dal Giro d’Italia vinto a maggio ha corso pochissimo e non impressionando. Il periodo di pausa dalle corse però dovrebbe avergli permesso di allenarsi molto bene ragion per cui lo vedremo sicuramente combattere se non da subito, ma almeno dalla seconda settimana. Bernal inoltre può contare su un Team Ineos veramente fortissimo, dato che sulla carta ha almeno altri tre capitani se il colombiano dovesse steccare. Il campione olimpico in linea Richard Carapaz si è infatti piazzato secondo in Spagna lo scorso anno, viene dal podio al Tour e soprattutto ha vinto la prova in linea di Tokyo con un azione stupenda.

Adam Yates è al primo grande giro stagionale e in Spagna ha sempre fatto bene, mentre Pavel Sivakov e Thomas Pidcock sulla carta avranno solo compiti di gregariato come Daniel Martinez. Un nome sempre interessante è quello di Mikel Landa, che ha appena vinto a Burgos e torna alla Vuelta dopo 6 anni. La condizione c’è, se non dovesse avere come troppo spesso gli è capitato problemi di sfortuna potrà assolutamente dire la sua per il podio. Ci sarà anche Hugh Carthy, terzo lo scorso anno a sorpresa e che quest’anno si è piazzato ottavo al Giro, mentre la Movistar conterà su Enric Mas e Miguel Angel Lopez che qui nel 2018 si sono piazzati secondo e terzo. Infine altri nomi importanti in ottica top ten saranno Aleksandr Vlasov, Romain Bardet, Giulio Ciccone, Sepp Kuss, Rigoberto Uran, Alejandro Valverde e Rafal Majka.

Vuelta 2021 in tv e streaming, i telecronisti di Eurosport: ecco chi commenta la corsa