Running, Sondre Moen è il primo non africano ad abbattere il muro delle 2h06’ in maratona

di - 5 dicembre 2017

Finale di stagione con il botto nel mondo della maratona. Protagonista assoluto Sondre Moen, norvegese di Trondheim ed allenato da Renato Canova. L’atleta scandivavo, classe 1991, ha infatti vinto nello scorso fine settimana la maratona di Fukuoka in Giappone, con il tempo di 2h05’48’’ , precedendo rispettivamente l’ugandese Spephen Kiprotich (campione olimpico di specialità a Londra nel 2012 e campione mondiale nel 2013), che ha corso in 2h07’10’’ ed il giapponese Surugu Osako (2h07’19’’).

Un prestazione eccezionale, che ha ritoccato il record europeo sulla distanza (il primato precedente, 2h06’36’’ stabilito nel 2003, apparteneva al francese Benoit Zwierzchlewski) e giunta al termine di una stagione di altissimo livello. In primavera Moen haveva infatti corso la maratona di Hannover in 2h10’07’’ e , il 22 ottobre scorso, la mezza di Valencia in 59’48’’ (secondo miglior crono europeo di sempre). Con questo risultato Moen diventa il primo uomo bianco a correre la maratona sotto le 2h06’, ponendosi come alternativa credibile agli specialisti africani di questa distanza.

© riproduzione riservata