Roland Garros 2022, day 8: di scena Trevisan. Attesa per Nadal, Djokovic, Zverev e Alcaraz

Martina Trevisan Martina Trevisan - Foto Antonio Fraioli

Il day 8 del Roland Garros 2022 riserverà certamente intrattenimento e colpi di scena agli appassionati di tennis, così come ogni giornata sin qui. Per quanto riguarda il circuito maschile, sul Centrale, si partirà con il confronto tra Rafael Nadal e Felix Auger-Aliassime, dai tanti spunti di interesse. Innanzitutto sarà importante comprendere quanto il maiorchino possa essere performante dal punto di vista fisico, così come in che misura il tennis potente e pragmatico del canadese possa insidiarlo realisticamente.

Nadal, recordman di trionfi a Parigi, dovrà centellinare i propri momenti ‘up’ nel corso della partita, non viaggiando sempre in quinta e dunque sono prevedibili alcuni momenti ‘down’. In riferimento ad Auger-Aliassime, invece, discorso diametralmente opposto: la sua forza atletica lo proietta nella dimensione di una partita costantemente a ritmo elevatissimo, con black-out da evitare perennemente o comunque limitare il più possibile. Nadal inopinabilmente favorito, ma attenzione a un Auger in crescita sul rosso.

ATTESA PER ALCARAZ

In serata, invece, sempre sul Philippe-Chatrier, di scena la sfida tra Carlos Alcaraz e Karen Khachanov. Anche in questo, spagnolo favorito sull’avversario, seppure il russo abbia dato segnali di ripresa incoraggianti dopo gli ultimi tempo. Il tennis asfissiante del talentino di Murcia potrà risultare letale per il russo, senza dubbio, sebbene da valutare i cali di rendimento dell’iberico nell’arco dei potenziali cinque set. In generale, Alcaraz è senza dubbio più quotato rispetto a Khachanov, ma questa settimana sottovalutare il russo potrebbe essere scellerato. Tra le armi del moscovita, più di qualsiasi altra, vi è un dritto pesante e difficile da gestire per gli avversari; la varietà del tennis di Alcaraz, invece, in generale, può essere rovinosa per Khachanov e per qualsiasi altro opponente.

TABELLONE MASCHILE

TABELLONE FEMMINILE

MONTEPREMI

DJOKOVIC E ZVEREV IN EVIDENZA

Spostandoci sul Suzanne-Lenglen, in programma i match con protagonisti Novak Djokovic e Alexander Zverev; il numero uno al mondo dovrà vedersela con Diego Schwartzman, mentre il tedesco sfiderà Bernabé Zapata Miralles. Il serbo non avrà ovviamente vita facile con lo specialista argentino, sebbene i problemi al servizio di quest’ultimo e la voglia di vincere del tennista di Belgrado possano fare la differenza. Per quanto concerne il teutonico, l’avversario spagnolo, qualificato, risulta assolutamente sfavorito e proprio per questo più stimolato a offrire il meglio di sé senza pensieri. Dopo la grande paura contro Sebastian Baez e la gestione serena ai danni di Brandon Nakashima, il pericoloso Zverev è pronto a strappare un pass per i quarti…così come il collega e contendente Djokovic.

TREVISAN PROTAGONISTA

Rimanendo sul Suzanne-Lenglen, impossibile non notare la presenza di Martina Trevisan in apertura di programma. L’azzurra è alla ricerca dell’ennesima impresa in quel di Parigi, sicuramente nel contesto del torneo che più l’ha lanciata tra le grandi del tennis internazionali nel 2020…e nuovamente in questa annata. L’italiana, da Rabat in poi, ha palesato una crescita in consapevolezza evidente e il suo tennis mancino può risultare impossibile da gestire anche per Aliaksandra Sasnovich; l’imprevedibile atleta bielorussa è un osso duro su qualsiasi superficie, seppure la sua ormai proverbiale incostanza possa danneggiarla nel lungo periodo. Trevisan a caccia di un posto ai quarti, raggiungibili a onor del vero.

In chiusura di programmazione in campo Jil Teichmann e Sloane Stephens, due parziali sorprese del torneo; la svizzera parte con i favori del pronostico considerando il suo status crescente sul circuito e la maggiore abitudine a far bene sulla terra battuta. La campionessa Slam americana, però, è pronta a inanellare vincenti da ogni dove e tornare a conquistare le folle nei tornei più importanti del circuito Wta.

FERNANDEZ E ANISIMOVA ALLA PROVA DEL NOVE

Tornando sul Philippe-Chatrier e sempre in relazione al femminile, grande attesa per le prestazioni di Leylah Fernandez e Coco Gauff. La canadese sfiderà Amanda Anisimova in prima istanza, mentre successivamente la giovane statunitense contenderà l’accesso al turno successivo a Elise Mertens. Sia Fernandez che Gauff risultano favorite; questo sebbene il loro tennis non sia in toto adatto nel migliore dei modi al rosso e i loro colpi in spinta possano risentirle. La varietà dei colpi della nordamericana, in ogni caso, potrebbe essere letale ad Anisimova, una giocatrice di base particolarmente aggressiva e con poche ‘mezze misure’ da fondo. Discorso diverso per Gauff, più simile alla connazionale sopra citata, la quale però può contare su una pesantezza di palla che possiede in minor misura la belga Mertens. Ciò che è certo è che questi incontri regaleranno puro spettacolo.