Atp Stoccarda 2019: Berrettini vince sul velluto contro Kyrgios e approda agli ottavi

Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo

Matteo Berrettini supera Nick Kyrgios per 6-3, 6-4 e raggiunge meritatamente gli ottavi di finale dell’Atp di Stoccarda 2019, al termine di una prestazione impeccabile. L’azzurro conquista dunque un risultato importante contro un avversario molto pericoloso sul verde e raggiunge Karen Khachanov nel turno successivo che promette emozioni. L’australiano invece è apparso demotivato e nettamente annichilito dai continui vincenti italiani e quindi esce dalla competizione deludendo le aspettative.

LA CRONACAIl primo set si apre positivamente per entrambi i giocatori al servizio, i quali non rischiano praticamente nulla sino al 2-2 sfoderando svariati aces e parecchie giocate di qualità. La svolta del primo parziale si presenta sugli sviluppi del sesto game, in quanto Kyrgios si perde in qualche leziosità evitabile e Berrettini ne approfitta mostrando concretezza nei pressi della rete sino al 15-40 e l’australiano concede il break con un sanguinoso doppio fallo che comporta il 4-2 azzurro. L’italiano si mostra molto concentrato nei games al servizio e concede le briciole all’avversario, collezionando vincenti di dritto e aces esterni per il 5-2. L’atleta australiano non demorde e mantiene il turno di battuta del game successivo con rabbia e facendo leva sull’esplosiva prima di servizio a sua disposizione: 5-3 il punteggio e possibilità per Berrettini di servire per il set. L’italiano conferma un rendimento straordinario alla battuta e non lascia scampo all’avversario, chiudendo il gioco a 0 e conquistando dunque il primo parziale per 6-3.

Il secondo set inizia esattamente come quello precedente: Kyrgios punta sulle giocate di fino, cercando di sorprendere un Berrettini in giornata con varie soluzioni che rientrano nel suo repertorio, mentre l’italiano appare molto più pragmatico, determinato a far suo il match a suon di vincenti strepitosi: il risultato scivola rapidamente sino al 3-3. Nel corso del settimo game, Kyrgios va sotto 0-30 palesando difficoltà sulla diagonale del dritto e l’italiano prova ad impensierirlo con un incredibile passante mediante uno slice lungolinea, ma ancora l’australiano si affida al classico schema servizio-dritto e avanza sul 4-3. Berrettini non vuole saperne di mollare e pur soffrendo la pressione in proiezione offensiva dell’avversario, mantiene ugualmente il game alla battuta nuovamente con uno slice vincente: 4-4. La svolta del match che ne decreta di fatto l’epilogo si presenta sugli sviluppi del nono game, in quanto Berrettini trae evidente beneficio dalle troppe leziosità non a buon fine di Kyrgios e lo punisce con un passante di dritto superbo per il break del 5-4. Il decimo game è una pura formalità per l’azzurro, che chiude repentinamente i conti concludendo con l’ennesimo ace del suo incontro che significa 6-4 e turno successivo conquistato.