Tokyo 2020, pallanuoto. Campagna: “Olimpiade che fa male, ma sono fiducioso per il futuro”

Sandro Campagna Sandro Campagna - Foto Sportface

Il ct del Settebello Sandro Campagna ha fatto un bilancio di quest’esperienza alle Olimpiadi di Tokyo 2020, conclusa al settimo posto. Decisivo il successo ai danni del Montenegro maturato ai rigori: “Dovevamo vincere già nei tempi regolamentari. Ho chiesto ai ragazzi di finire a testa alta e loro hanno disputato una buona gara. Tuttavia ammetto che l’intensità non fosse particolarmente alta. Erano le 9:30 del mattino e in palio c’era il settimo posto“.

Sarà fondamentale analizzare quanto accaduto e capire quali errori abbiamo commesso – ha proseguito Campagna – Un’Olimpiade del genere fa male. Sono molto deluso e non lo nego. Tuttavia ci auguriamo che possa essere un trampolino di lancio per il futuro. In questi cinque anni c’è stato un ricambio generazionale, abbiamo vinto un titolo mondiale e avremmo vinto una medaglia europea con la tecnologia odierna (gol di Figlioli non convalidato, ndr). Inoltre abbiamo gettato le basi per un piccolo ricambio che non tarderà ad arrivare“.