Europei Copenaghen 2017, risultati batterie sabato 16 dicembre: quarta giornata

Europei nuoto Copenaghen 2017 Royal Arena Copenaghen - Foto Sportface

Si conclude la sessione mattutina della quarta giornata di gare agli Europei di nuoto 2017 in corso a Copenaghen. Come di consueto la programmazione del mattino ha offerto le batterie di qualificazione alle quali l’Italia ha risposto positivamente con tanti atleti che hanno avanzato il turno. Tra tutte spicca anche la finale centrata dalla staffetta 4×50 stile libero mista composta da Federica Pellegrini, Erika Ferraioli, Lorenzo Zazzeri e Andrea Vergani attraverso il quinto tempo complessivo con un crono da 1:31.50. Andiamo ad analizzare i risultati singolari degli azzurri in questa mattinata danese di sabato 16 dicembre.

RISULTATI UOMINI

100 STILE – Luca Dotto è il migliore fra gli azzurri con un 46.81 che gli ha permesso di vincere in rimonta l’ottava batteria. Avanza anche Lorenzo Zazzeri in 47.00 mentre Marco Orsi, nonostante la vittoria nella sua batteria, con il tempo di 47.13 rimane out, escluso anche Alessandro Miressi a 47.35.

100 MISTI – Orsi, però, si rifà nei 100 misti registrando un gran tempo da 52.13 che gli permette di avanzare il turno. Assieme a lui in semifinale troveremo anche Simone Geni che piazza un 52.74, nuovo primato personale. Molto lontano Thomas Ceccon che ferma il cronometro a 55.06.

50 DELFINO – Altra doppietta azzurra, quantomeno nelle batterie. Matteo Rivolta e Piero Codia, dopo aver conquistato oro e argento nei 100, ci riprovano anche nei 50 metri conquistando l’accesso alle semifinali. Rivolta chiude in 22.93 mentre Codia fa 23.06, l’unico azzurro fuori è Andrea Vergani che chiude con 23.72.

RISULTATI DONNE

50 DORSO – Grande prestazione da parte di Silvia Scalia che centra la semifinale con il tempo di 26.91. Con un pizzico di fatica avanza anche Elena Di Liddo con 27.21 mentre rimane esclusa Tania Quaglieri che ferma il cronometro a 27.29.

100 DELFINO – Di Liddo si ripete anche nei 100 delfino trovando il decimo tempo complessivo a 57.96 per una qualificazione ‘col brivido’ e per la quale si è dovuto attendere all’ultima batteria. Ilaria Bianchi, invece, avanza il turno in tutta tranquillità fermando il crono a 57.25.

200 MISTI – Infine Ilaria Cusinato conquista direttamente la finale nei 200 misti vincendo la prima delle tre batterie complessive, in rimonta, con un ottimo crono da 2:09.91.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.