Roberto Valori: “Che spettacolo le World Series, Londra 2012 ha cambiato la percezione della disabilità”

Roberto Valori - foto Pietro Rizzato

Entusiasmo alle stelle per uno degli eventi più importanti della stagione. Al termine delle prime due intense giornate di gare nella piscina del Villaggio Bella Italia di Lignano Sabbiadoro, il presidente FINP Roberto Valori ha analizzato l’atteso appuntamento italiano con le World Series 2019. “Dopo il successo della passata edizione anche quest’anno le cose stanno andando alla grande” – dichiara il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico. “Abbiamo confermato la volontà della Comunità Internazionale Paralimpica di voler partecipare con tanta passione a queste World Series. Ringrazio con il cuore il Comitato Organizzatore Locale, presieduto dal nostro Francesco Bettella, per il grande lavoro svolto affinché il tutto potesse riuscire nel migliore dei modi. La location di Lignano Sabbiadoro è davvero splendida. Tutti gli atleti arrivati al Villaggio Bella Italia per gareggiare hanno l’opportunità di potersi rilassare ed ammirare una delle nostre perle nazionali. Nel 2018, con il sostegno di tutto il Consiglio Federale, ho voluto che venisse creato un Comitato Organizzatore per la gestione a 360° di tutti gli aspetti. Francesco Bettella è stato davvero bravo a circondarsi di collaboratori validi e con grande spirito di iniziativa. L’inserimento del vice presidente Oliviero Castiglioni, poi, ha costituito un valore aggiunto per quella che ormai amo definire una grande famiglia. Dobbiamo continuare così”.

Inevitabile anche uno sguardo ai risultati, con Tokyo 2020 ormai alle porte. “Il livello delle gare è davvero alto” – ammette raggiante Valori. “Dopo i Giochi Olimpici di Barcellona 1992, edizione che ho avuto il privilegio di vivere da atleta, sono stati fatti grandi passi avanti nei confronti dell’universo paralimpico, fino ad arrivare al vero spartiacque di Londra 2012. Nella seconda settimana di settembre voleremo proprio nella capitale britannica per i Campionati Mondiali poi, a maggio del 2020, torneremo a Madeira per i Campionati Europei. Saremo tanti e senza scomodare i numeri abbiamo la possibilità di fare bene e toglierci diverse soddisfazioni. Senza ovviamente dimenticare la ricca attività nazionale”.

Sull’importanza della comunicazione. “Il ruolo della comunicazione è determinante” – conclude il presidente FINP. “A Londra siamo riusciti a cambiare la percezione della disabilità nel nostro paese grazie al racconto della gesta di tanti ragazzi. Oltre un miliardo di spettatori hanno assistito ai Giochi e dopo l’evento circa un milione di persone disabili hanno trovato lavoro. Non è solo sport, ma una forte crescita del processo di sensibilizzazione”.

About the Author /

Nato ad Aprilia il 06/08/1988, è laureato in Giurisprudenza. Aspirante magistrato, cresce nel mito di Gianni Clerici e dei radiocronisti di "Tutto il calcio minuto per minuto". E' redattore per Spaziotennis.com; passa la sue giornate fra libri di diritto, tennis e Milan, le sue grandi passioni. E' il classico giocatore di tennis "della domenica".