Palermo, presidente Tuttolomondo: “Mancata iscrizione non la prendo in esame”

Prosegue il caos in casa Palermo. A seguito della presunta mancata iscrizione al campionato di Serie B, il presidente Tuttolomondo ha voluto chiarire la spigolosa situazione in conferenza stampa: “Vorrei ricordare che fino a qualche tempo fa il Palermo era in C e nessuno avrebbe concesso alcuna fideiussione. Abbiamo contattato una compagnia bulgara che ce l’ha rilasciata e noi abbiamo lavorato entro i tempi prestabiliti. Venerdì scorso abbiamo avuto la notifica positiva poi nella giornata di ieri è sorto questo problema tecnologico. Noi siamo in qualche modo la parte lesa”.

Mancata iscrizione non la prendo in esame – afferma il patron – In ogni caso ci batteremo in ogni sede per far valere le nostre ragioni. Dico al primo cittadino che il Palermo un mese fa era fallito mentre oggi è vivo e vegeto, ha le condizioni per l’iscrizione e gradirei che il primo cittadino e le istituzioni formassero un cordone protettivo attorno a questa squadra”.

Tuttolomondo è andato nel dettaglio: “La polizza sta arrivando via PEC a noi e alla Lega di Serie B. Fideiussione? Non abbiamo alcuna preoccupazione circa l’iscrizione al prossimo campionato. La comunicazione alle 23.59? Ce n’è stata una poco dopo le 21 e poi quella delle 23.59 con tutta la documentazione. I problemi sono stati di natura tecnica dalla piattaforma che dovevamo utilizzare per completare l’iscrizione e che sono stati risolti questa mattina come testimonia il messaggio che mi è stato inviato alle 10.27. L’impedimento è stato di forza maggiore e non nostro, non è un adempimento. Sono qui per dire che abbiamo adempiuto a tutte le richieste necessarie per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie B. Una situazione che non può essere smentita. Aspettiamo per i prossimi minuti la conferma dell’arrivo via PEC della polizza. Siamo qui e abbiamo sottoscritto un impegno con la città che abbiamo mantenuto”.

“Vediamo cosa ci comunicherà la Lega e siamo pronti a rispondere – conclude -. Facendo un esempio è come se noi avessimo pagato la bolletta della luce ma ci staccano lo stesso il servizio per un problema tecnico. Fino alla risoluzione del problema il servizio non può essere erogato”.