Serie A 2017-18, Benevento-Sampdoria: probabili formazioni, orario e come vederla in tv

Nicolas Viola Nicolas Viola - Foto Antonio Fraioli

Le probabili formazioni di Benevento-Sampdoria, gara valida per la ventesima giornata di Serie A 2017-18. Fischio d’inizio in programma alle 15:00 di sabato 6 gennaio 2018 allo Stadio Vigorito. La partita sarà trasmessa su Sky Sport ma Sportface.it non vi lascerà soli e vi proporrà aggiornamenti in tempo reale e le pagelle a fine gara. Morale alle stelle per i padroni di casa dopo la prima vittoria in campionato contro il Chievo grazie al gol decisivo di Coda. Con un 2-0 sulla Spal, i blucerchiati si sono lasciati alle spalle il momento negativo e inseguono la seconda vittoria consecutiva per difendere il sesto posto in classifica dalle ambizioni di Udinese, Fiorentina e Atalanta.

BENEVENTO – Costa e Ciciretti sono in forte dubbio per la gara contro la Sampdoria. Il 4-4-2 dovrebbe essere confermato con Coda nel reparto offensivo al fianco di uno tra Brignola e Puscas con il primo favorito. Lombardi e D’Alessandro occuperanno i due posti per le fasce.

SAMPDORIA – Fastidio fisico per Strinic che è in vantaggio rispetto a Regini. Problemi muscolari anche per Duvan Zapata, le sue condizioni sono da valutare e Caprari scalpita per una maglia da titolare. Ballottaggio tra Bereszynski e Sala.

Aggiornamento del 5 gennaio, ore 13:00 – Problemi fisici per Strinic, si scalda Regini

Le probabili formazioni

Benevento (4-4-2): Belec; Djimsiti, Lucioni, Costa, Venuti; D’Alessandro, Viola, Memushaj, Lombardi; Brignola, Coda
Ballottaggi: Brignola 55% – Puscas 45%
Indisponibili: Antei, Iemmello, Lazaar, Costa (In dubbio), Ciciretti (In dubbio)
Squalificati: –

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Regini; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella, Zapata
Ballottaggi: Bereszynski 60% – Sala 40%
Indisponibili: Strinic (In dubbio)
Squalificati: –

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio