Italia, i 39 azzurri convocati da Mancini per giugno: riecco Spinazzola, c’è Zaniolo

Roberto Mancini - fotomenis.it

I convocati dell’Italia di Roberto Mancini in vista delle sfide programmate nel mese di giugno 2022. Imminente l’incontro con l’Argentina e alcuni altri appuntamenti interessanti per la Nazionale, che non parteciperà come noto ai prossimi Mondiali; per riprendere il filo del discorso dopo gli Europei, il commissario tecnico dell’Italia ha chiamato in causa ben 39 giocatori al servizio del team. Tornerà a disposizione Leonardo Spinazzola, esterno di centrocampo della Roma, il quale potrà però aggregarsi al gruppo soltanto dopo la finale di Conference League tra i giallorossi e il Feyenoord. Convocato anche Nicolò Zaniolo, sempre gioiellino della Roma, possibile nuovo faro della Nazionale per presente e futuro. Di seguito la lista completa dei convocati azzurri.

CONVOCATI ITALIA (SFIDE GIUGNO)

PORTIERI – Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Genoa).

DIFENSORI – Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Davide Calabria (Milan), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Federico Dimarco (Inter), Emerson Palmieri Dos Santos (Olympique Lyonnais), Alessandro Florenzi (Milan), Manuel Lazzari (Lazio), Luiz Felipe (Lazio), Gianluca Mancini (Roma), Leonardo Spinazzola (Roma).

CENTROCAMPISTI – Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Davide Frattesi (Sassuolo), Jorginho Frello Jorge Luiz (Chelsea), Manuel Locatelli (Juventus), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Sandro Tonali (Milan), Marco Verratti (Paris Saint Germain).

ATTACCANTI – Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Gianluca Caprari (Verona), Lorenzo Insigne (Napoli), Moise Bioty Kean (Juventus), Andrea Pinamonti (Empoli), Matteo Politano (Napoli), Giacomo Raspadori (Sassuolo), Gianluca Scamacca (Sassuolo), Mattia Zaccagni (Lazio), Nicolò Zaniolo (Roma).