Basket, Nba: vittorie per Oklahoma, Boston e i due italiani

di - 27 ottobre 2016
Boston Celtics - Foto Yzukerman CC BY 2.0

Dieci le partite giocate nella notte NBA, per una Regular Season che entra subito nel vivo. Russell Westbrook trascina alla vittoria i suoi Oklahoma City Thunder sul campo dei Philadelphia 76ers, mentre i Toronto Raptors superano agevolmente i Detroit Pistons. Vincono di misura i Boston Celtics e i Memphis Grizzlies, al pari degli Indiana Pacers che piegano i Dallas Mavericks solamente all’overtime. Esordio vincente anche per gli Charlotte Hornets di Marco Belinelli e i Denver Nuggets di Danilo Gallinari; questi ultimi hanno la meglio sui New Orleans Pelicans, cui non basta un Anthony Davis da 50 punti (e 16 rimbalzi). Sorridono, inoltre, Miami Heat, Los Angeles Lakers e Sacramento Kings.

Dallas Mavericks @ Indiana Pacers 121-130 (dopo OT)

Partita molto combattuta a Indianapolis, dove i padroni di casa – in controllo per gran parte della gara – vengono riacciuffati in extremis dalla tripla di Harrison Barnes, che porta le squadre all’overtime. Qui salgono in cattedra Paul George (per lui una prestazione da 25 punti, 8 rimbalzi e 6 assist) e Myles Turner, che chiude con una doppia doppia da 30 punti e 16 rimbalzi. Non bastano ai Mavs i 25 punti di Deron Williams e i 22 con 8 rimbalzi di Dirk Nowitzki: a vincere sono i Pacers.

Brooklyn Nets @ Boston Celtics 117-122

Vittoria di misura per i Boston Celtics, che sul parquet incrociato del TD Garden – dopo aver controllato la gara per i primi tre quarti – subiscono l’assalto finale dei Brooklyn Nets, ma resistono alla rimonta. Top scorer per i biancoverdi è il solito Isaiah Thomas, che mette a referto 25 punti (con 6 rimbalzi e 9 assist), mentre è da segnalare tra gli ospiti la doppia doppia da 19 punti e 10 rimbalzi di Justin Hamilton.

Detroit Pistons @ Toronto Raptors 91-109

Tutto facile per i Toronto Raptors, che si propongono fin da subito come la principale sfidante dei Cleveland Cavaliers al trono della Eastern Conference. Tra i canadesi spiccano la prova di Jonas Valanciunas – autore una doppia doppia da 32 punti e 11 rimbalzi – e di DeMar DeRozan, che mette a segno 40 punti. Miglior realizzatore per i Pistons è invece Tobias Harris (per lui 22 punti conditi da 5 rimbalzi).

Charlotte Hornets @ Milwaukee Bucks 107-96

Ottimo esordio anche per gli Charlotte Hornets, che archiviano in soli tre quarti la pratica Milwaukee Bucks. Per Charlotte vanno in doppia doppia Michael Kidd-Gilchrist (23 punti e 14 rimbalzi) e Marvin Williams (13 punti e 10 rimbalzi); Marco Belinelli, in uscita dalla panchina, realizza 7 punti (con 4 rimbalzi e 1 assist). Non sono sufficienti per i Bucks i 31 punti (con 5 rimbalzi e 9 assist) del “Greek Freak”, Giannis Antetokoumpo.

Denver Nuggets @ New Orleans Pelicans 105-100

I Denver Nuggets si impongono di misura sul campo dei New Orleans Pelicans, vanificando la prestazione monstre di un Anthony Davis da 50 punti, 16 rimbalzi, 5 assist, 4 stoppate e 7 rubate. La metà del fatturato di Nola si deve unicamente al suo numero 23, il quale non è supportato tuttavia da un cast all’altezza. Tra i Nuggets il più prolifico è Jusuf Nurkic, che porta in dote 23 punti e 9 rimbalzi; per Danilo Gallinari, invece, i punti a referto sono 15 (con l’aggiunta di 3 rimbalzi, 3 stoppate e 2 assist).

Oklahoma City Thunder @ Philadelphia 76ers 103-97

I nuovi Oklahoma City Thunder faticano ben più del previsto contro i Sixers, che – privi dell’infortunato Ben Simmons (scelta numero uno all’ultimo Draft) – salutano finalmente l’esordio di Joel Embiid, dopo un calvario durato due anni. Il camerunese dà subito un saggio delle proprie qualità e mette a referto 20 punti con 7 rimbalzi. Philadelphia tiene la testa avanti per gran parte della gara, ma deve arrendersi infine a Russell Westbrook, che con 32 punti, 12 rimbalzi e 9 assist manca di un soffio quella tripla doppia cui ormai ha abituato, regalando la vittoria a OKC.

Houston Rockets @ Los Angeles Lakers 114-120

Incomincia come meglio non avrebbe potuto l’anno zero dei Lakers dopo il ritiro di Kobe Bryant. L’arrivo di Luke Walton sulla panchina gialloviola ha portato evidentemente a respirare un’aria nuova, come la prestazione offerta contro gli Houston Rockets di Mike D’Antoni – al netto delle carenze difensive ancora evidenti – dimostra. Nonostante un James Harden da 34 punti e 17 assist (oltre a 8 rimbalzi, ma con 7 palle perse), i Rockets devono arrendersi ai gialloviola, trascinati dai 25 punti di un Jordan Clarkson particolarmente ispirato.

Altre partite:

Miami Heat @ Orlando Magic 108-96

Minnesota Timberwolves @ Memphis Grizzlies 98-102

Sacramento Kings @ Phoenix Suns 113-94

© riproduzione riservata