Sci alpino, Sofia Goggia: “Io portabandiera a Pyeongchang? Ancora presto”

di - 13 ottobre 2017
Sofia Goggia - Foto Marco Trovati - Pentaphoto

La stagione dello sci sta per iniziare e Sofia Goggia è già piuttosto carica e affamata di vittorie. L’atleta bergamasca è attesa ad una grande stagione dopo l’exploit dell’anno scorso ma vuole restare con i piedi per terra: “Per me non è cambiato molto. Continuo a lavorare e migliorarmi per arrivare sempre più in alto“

Sul finale della scorsa stagione rivela:” Certo non è stato facile dover gestire la fine della stagione: tutti volevano una parte di me, ho avuto molte richieste e mi è dispiaciuto dover dire no a qualcuno”. Sui Mondiali invece: I Mondiali invece sono un evento ‘one-shot’ in cui tutto può succedere, come le Olimpiadi. L’Italia è immatura da questo punto di vista, in tutti gli sport, viene messa troppa pressione rispetto ad altre nazioni.”

Si è parlato molto della Goggia portabandiera a Pyeongchang, lei ha risposto così: “Prima devo qualificarmi! Ho fatto solo una stagione forte, è giusto che la bandiera vada a chi calca la neve da anni. Fill ha due Coppe in bacheca, la Fontana ha una valanga di medaglie. Io ho solo il mo bronzetto! mondiale”.

Sofia infine ha parlato anche di una sua grande passione, il calcio: “L’Atalanta sta andando fortissimo in Europa League. Simpatizzo anche per la Juve: a giugno, ahimè, sono stata a Cardiff per la finale di Champions. Mi piace andare allo stadio ma di inverno non ho mai tempo”.

 

© riproduzione riservata