Basket, Serie A1 2016-2017: Olimpia Milano derby e primo posto

Olimpia Milano 2016 - Foto profilo ufficiale Instagram

Milano conferma l’ottima prova di giovedì con la vittoria nel derby ai danni della Openjobmetis Varese con il punteggio di 79-71 e approda in vetta alla classifica in solitaria (dopo la sconfitta di Venezia nel tardo pomeriggio). La squadra di Repesa ha evitato il calo psicologico che molti avevano auspicato dopo la vittoria ottenuta in settimana sul Maccabi con un’ottima prestazione in cui non spiccano particolari individualità.

Parte forte Milano (parziale di 11-2) che riesce a far male a Varese sfruttando i contropiedi e approfittando della staticità della fase offensiva della squadra varesina con i suoi interpreti che fanno fatica a costruire e di conseguenza prendono troppi tiri fuori ritmo che vengono contestati senza problemi dai giocatori dell’olimpia, Varese soffre anche in fase, specialmente sotto il ferro dove Macvan trova vita facile contro Anosike e Kangur, coach Moretti prova a riparare mettendo in campo l’antiguo-barbudiano Norvel Pelle che ancora una volta sopperisce alle sue mancanze tecniche con le sue innate doti atletiche e in pochi minuti stoppa tre volte Raduljica e una Abass permettendo a Varese di ridurre lo svantaggio fino al -3 prima della tripla sulla sirena di Pascolo che dà nuovamente margine alla EA7.

L’avvio del secondo periodo riprende molto le dinamiche viste ad inizio partita con Milano che penetra con troppa facilità e Varese che incappa negli stessi errori visti nel primo quarto. Ad impedire all’Olimpia di dilagare è il serbo Avramovic che si costruisce da solo ottimi tiri e mette tre triple consecutive, purtroppo per la formazione di coach Moretti è un caso isolato e appena il numero quattro si accomoda in panchina sorgono nuovamente a galla i problemi della sua squadra che nel finale subisce il finale in crescendo di Milano e di Awudu Abass (12 punti all’intervallo).

Al ritorno dagli spogliatoi Milano conferma l’ottima attitudine vista nella prima metà di partita e riesce a mantenere il controllo della partita senza avere particolari picchi, Varese rimane a galla grazie alla buona prestazione di Campani (messo in dubbio alla vigilia per le sue condizioni fisiche precarie) anche se non basta per compensare la serata no dei due interpreti principali della Openjobmetis (Eyenga e Maynor), Milano chiude il periodo con 10 lunghezze di vantaggio.

Milano archivia senza problemi la pratica nell’ultimo quarto, da mettere in evidenza l’ottima prestazione di squadra e il predominio sotto il ferro di Varese (16 i rimbalzi offensivi collezionati dall’Olimpia a fine partita), l’esito della partita non viene mai messo seriamente in discussione, nel finale la squadra di Moretti riesce a limare qualche punto di svantaggio grazie a Pelle che conferma l’ottima prestazione fatta la scorsa domenica contro Caserta. Il risultato finale è di 79-71 per Milano.

EA7 MILANO 79-71 OPENJOBMETIS VARESE (22-16;22-17;18-19;17-19)

MILANO: Mclean 13, Fontecchio 0, Gentile 9, Hickman 3, Raduljica 2, Dragic 2, Macvan 11, Pascolo 11, Cinciarini 4, Abass 15, Simon 7, Kalnietis 0

VARESE: Anosike 5, Maynor 3, Avramovic 19, Pelle 9, Bulleri N.E, Cavaliero 11, Campani 14, Kangur 2, Canavesi N.E, Ferrero 0, Eyenga 2, Johnson 6