Tennis, Roger Federer: “Probabilmente non giocherò fino a Parigi”

Roger Federer - Foto Ray Giubilo

“Congratulazioni a Rafa per il suo ritorno. Ricordo ancora il nostro primo incontro nel 2004, poi la finale sempre qui a Miami nel 2005. Son stato fortunato a vincere quella finale, sono sicuro che arriverà anche il tuo momento qui”. Roger Federer spende belle parole per il suo rivale Rafael Nadal, nella cerimonia di premiazione del Masters 1000 di Miami, torneo che lo svizzero torna a vincere dopo 11 anni. Per Roger si tratta del terzo grande successo di un incredibile 2017, dopo Australian Open e Indian Wells.

“Per me il sogno continua – ha proseguito lo svizzero – son venuto qui per la prima volta all’Orange Bowl quando avevo 9 anni. Adoro questo posto, in particolare voi (rivolgendosi al pubblico ndr) che rendete tutto meraviglioso. Voglio ringraziare anche il mio team. Che inizio dell’anno incredibile!”.

Poi, ai microfoni di ESPN, lo svizzero risponde a una domanda sulla sua programmazione sulla terra battuta. “Probabilmente non giocherò fino a Parigi”. Tramonta il sogno di rivederlo a Roma?