Australian Open 2022, decima giornata: Sinner e Swiatek chiamati a riscrivere la storia

Jannik Sinner Jannik Sinner - foto Ray Giubilo

Gli Australian Open 2022, primo grande appuntamento della stagione tennistica, arriveranno questa notte alla decima giornata del tabellone principale. In scena la seconda parte dei quarti di finale maschili e femminili, con le prime partite giocate invece tra la scorsa notte e questa mattina. Nel femminile, avanza senza nessun problema Ashleigh Barty, raggiunta poi da Madison Keys che continua il suo grande torneo in virtà della vittoria contro la numero 4 del seeding Barbora Krejcikova. Nel maschile, ennesima prestazione matura di Matteo Berrettini, il quale ha regolato Gael Monfils; il meritato ‘regalo’ per il tennista romano si chiama Rafael Nadal, che nel frattempo ha battuto in 5 lunghi ed estenuanti set Denis Shapovalov.

È di nuovo tempo di scendere in campo per Jannik Sinner, opposto al numero 4 del mondo Stefanos Tsitsipas; i due si sono affrontati 3 volte, tutte sulla terra, di cui due agli Internazionali d’Italia. Se è vero che il greco ha avuto la meglio in 2 occasioni, in questo preciso momento Sinner sembra avere qualche chance in più di raggiungere una storica semifinale. Chiamato alla stessa grande prestazione Felix Auger-Aliassime, autore di un torneo davvero straordinario; ad aspettarlo c’è Daniil Medvedev, il quale fino ad ora non ha faticato più di tanto per spingersi in qui.

SITUAZIONE WTA

Nel tabellone Wta, Danielle Collins affronta Alizé Cornet, in una zona di tabellone che, come spesso succede, ha riservato molte sorprese. Rispettivamente la numero 30 e 61 della classifica mondiale, non si sono mai affrontate in carriera; questa ‘prima volta’ potrebbe portare la trentaduenne di Nizza alla prima semifinale Slam di sempre, mentre la statunitense bisserebbe questo risultato, già ottenuto nel 2019. La vincitrice di questo incontro avrà davanti a sé una fra Iga Swiatek e Kaia Kanepi; la tennista estone, ex 15 del mondo, sta vivendo una seconda giovinezza a Melbourne, ed è fresca della vittoria di spessore ottenuta al tie-break del terzo set contro Aryna Sabalenka, una delle favorite per la finale. La polacca, dal canto suo, ha perso un set in tutto il torneo e sembra in grandissima forma; qualora dovesse superare anche questo ostacolo, la vittoria del secondo Major della sua carriera, a soli 20 anni, sarebbe un sogno sempre più vicino.