Qualificazioni Parigi 2024, tiro a volo: regolamento, come funziona? Le chances per l’Italia

Silvana Stanco - Foto Mezzelani/GMT

Archiviata un’Olimpiade, inizia la rincorsa a quella successiva. Manca infatti sempre meno ai Giochi Olimpici di Parigi 2024 e le Federazioni stanno ufficializzando le regole di qualificazione, fra cui anche l’International Shooting Sport Federation (ISSF) per quanto riguarda il tiro a segno. Alle Olimpiadi transalpine si svolgeranno dieci eventi: carabina ad aria compressa 10m maschile, femminile e a squadre miste, pistola ad aria compressa 10m maschile, femminile e a squadre miste, carabina 3 posizioni 50m maschile e femminile, pistola automatica maschile e pistola 25m femminile. Saranno in gara un totale di 340 atleti per il tiro, tra tiro a segno e tiro a volo, equamente divisi tra uomini e donne (massimo 12 uomini e 12 donne per Nazione nel complesso). La Francia, in quanto Paese ospitante, ha assicurate in tutto 6 quote maschili e 6 femminili, mentre gli Universality Places saranno 8 per genere (sempre considerando sia tiro a volo che tiro a segno). Ma come funzionano le qualificazioni?

PARIGI 2024: TUTTI GLI ITALIANI QUALIFICATI

QUALIFICAZIONI PARIGI 2024: IL CALENDARIO DI TUTTI GLI SPORT

TUTTI I REGOLAMENTI DI QUALIFICAZIONE

QUALIFICAZIONI TIRO A VOLO

Le quote del tiro a segno saranno per Nazione e dunque non legate al nome degli atleti che le conquistano. Le prime carte olimpiche saranno in palio agli Europei di Larnaca (Cipro) 2022. I primi due classificati di ciascuna delle quattro gare individuali (skeet e trap, sia maschile che femminile) conquisteranno una quota per il loro Paese. La stessa Nazione però non potrà qualificare due atleti nella stessa specialità: qualora i primi due in classifica fossero dello stesso Paese, la prima quota andrà solo al vincitore e l’altra sarà assegnata al successivo atleta in classifica.

Altre 16 carte olimpiche saranno assegnate in occasione dei Mondiali di Osijek (Croazia) 2022, quattro per ciascun evento individuale. Ai Campionati CAT XIII di Lima (Perù) 2022 saranno i vincitori di ciascuna gara individuale a conquistare la carta olimpica per il proprio Paese. Agli Europei di Leobersdorf (Austria) 2023 saranno in palio altri 4 pass olimpici, uno in ciascuna gara individuale. Conquisteranno una quota anche i Paesi dei vincitori di ciascuna gara individuale dei Giochi Europei 2023 di Cracovia (Polonia).

Nuovi pass saranno in palio ai Giochi Panamericani 2023 di Santiago del Cile (due per ciascun evento individuale), ai Giochi Asiatici 2023 di Changwon (due per ciascuna gara individuale) e ai Campionati Africani de Il Cairo 2023 (uno per gara individuale). Ai Mondiali 2023 saranno in palio altre quattro carte olimpiche per ciascun evento individuale, mentre agli Europei 2024 saranno in tutto 4 le quote a disposizione (1 per ogni gara individuale). Saranno 8 poi le carte olimpiche in palio ai Campionati Asiatici di 2024 (2 per gara individuale) e 4 ai Campionati CAT XIV di Lima 2024 (una per evento individuale). Saranno inoltre assegnate delle quote ai Paesi dei migliori due atleti di ciascuna specialità del Torneo Finale di Qualificazione Olimpica 2024.

DISTRIBUZIONE DELLE ULTIME QUOTE

Al Paese ospitante, ossia la Francia, sarà assegnata una carta olimpica per evento. Gli Universality Places saranno quattro in totale: una per genere sia nello skeet che nel trap. Altri quattro biglietti per Parigi saranno assegnati infine in base al Ranking Olimpico (uno per specialità).

QUI IL REGOLAMENTO COMPLETO