Volley, Mondiali femminili 2022: l’Italia torna a vincere, battuto in quattro set il Giappone

Italia-Giappone Italia femminile volley - Foto: Galbiati/FIPAV

L’Italvolley torna alla vittoria. Dopo il ko contro il Brasile, le ragazze di Mazzanti trovano il successo all’Ahoy Rotterdam in quattro set contro il Giappone (20-25, 25-20, 25-14, 25-15), il sesto di questa rassegna iridata, che gli consente di rimanere in prima posizione nella Pool E a quota 19 punti. Partenza in salita per le ragazze di Mazzanti che perdono il primo set, ma reagiscono alla grande dominando i tre parziali successivi.

IL PROGRAMMA COMPLETO: DATE, ORARI E TV

CALENDARIO ITALIA SECONDA FASE: DATE, ORARI E TV

CALENDARIO COMPLETO ITALIA: DATE, ORARI E TV

FORMULA E REGOLAMENTO

TUTTI I TELECRONISTI RAI E SKY

ITALIA TRA LE FAVORITE, MA LE AVVERSARIE NON MANCANO

TUTTI I LIVE: LE DIRETTE TESTUALI DELLE PARTITE

COMPOSIZIONE GIRONI E TABELLONE COMPLETO

TUTTI I RISULTATI E LE CLASSIFICHE

TABELLONE QUARTI DI FINALE: GLI ACCOPPIAMENTI

LA PARTITA – Partenza equilibrata nel primo set, con le azzurre che hanno raggiunto il break per tre volte sul 5-3, 6-4 e 8-6 ma sono sempre state raggiunte dalle avversarie. Dall’11-11 quattro punti consecutivi delle giapponesi che volano sull’11-14 e riescono a non rischiare niente nella seconda parte di parziale chiudendo i conti sul 20-25. Equilibrio anche all’inizio del secondo set, ma questa volta è il Giappone a raggiungere addirittura i tre punti di vantaggio sul 5-8 prima di essere riagganciato dall’Italia sull’8-8. Le ragazze di Mazzanti allungano dal 9-9 al 12-9 e trovano il massimo vantaggio del parziale sul 20-15, chiudendo senza problemi sul 25-20 e rimettendo il match in parità. Dominio azzurro nel terzo set, iniziato subito con sette punti consecutivi (7-0). Niente da fare per le giapponesi, che finiscono in svantaggio di addirittura undici punti sul 18-7 prima di crollare sul 25-14 conclusivo. Inizio di quarto set equilibrato fino al 7-7, quando le Azzurre mettono a segno ben sette punti consecutivi volando sul 14-7. Altri quattro punti di fila dell’Italia dal 20-14 al 24-14, che gli hanno permesso di chiudere senza problemi sul 25-15 un quarto parziale dominato.