LIVE – Inter-Psv, Spalletti in conferenza stampa (DIRETTA)

di - 10 dicembre 2018
Luciano Spalletti
Luciano Spalletti - Foto Antonio Fraioli

Tutto pronto per la conferenza stampa di Luciano Spalletti alla vigilia di Inter-Psv, match della sesta e ultima giornata della fase a gironi di Champions League 2018-19. C’è grande attesa per ascoltare le parole dell’allenatore nerazzurro a ventiquattrore da una sfida importantissima per il futuro nella competizione.

Potrete seguire la conferenza stampa su Sportface.it che vi terrà compagnia con una diretta testuale in tempo reale a partire dall’inizio dell’evento.

PER AGGIORNARE LA DIRETTA SCROLLA LA PAGINA DA CELLULARE O PREMI F5 DA PC


SPALLETTI – I calciatori non sono dei bambini, sono professionisti e devono valutare l’importanza della partita. Possiamo mostrare dei video per preparare la partita, anche tatticamente in base alle conoscenze sull’avversario. Stanno facendo un ottimo lavoro i giocatori

SPALLETTI – Vecino ha fatto un esame e probabilmente non sarà disponibile. Anche Nainggolan ha bisogno di stare fermo qualche giorno perché rischia di peggiorare, ma lo valuteremo. Sicuramente è messo meglio di Vecino

SPALLETTI – 38 partite da leoni: questo deve essere il nostro motto. Quando lo raggiungeremo avremo limato il gap con la Juventus

SPALLETTI – Domani mi aspetto la presenza emotiva da trasmettere dentro la partita. In questa Inter l’unico ad avere la certezza di essere titolare è il pubblico che ci ha supportato alla grande tutto l’anno scorso e quest’anno, anche nelle partite in cui non siamo stati al livello adeguato

SPALLETTI – Perisic? Tutti sanno l’importanza della partita. Si dà più attenzioni alle giocate che determinano il risultato, ma c’è tanto altro come la corsa che Ivan ci assicura sempre sia in fase difensiva che offensiva. Ha un’importanza anche sui colpi di testa. Tanti nostri giocatori offensivi sono in grado di fare tanti gol, ma Perisic ci assicura tanto altro oltre ai gol

SPALLETTI – Anche il Tottenham confida sulla serietà del PSV perché sono nella stessa situazione nostra. Non mettiamo in dubbio la professionalità delle squadre

SPALLETTI – Alla fine abbiamo i punti che dovevamo avere. Perdere a Londra ci stava, loro sono un gruppo che lavora  insieme da anni. Al momento del sorteggio se ci avessero detto che ci saremmo trovati in questa situazione saremmo stati tutti contenti

SPALLETTI – Barcellona senza titolari? Magari loro si offendono perché stiamo mettendo in dubbio la loro professionalità. Il loro segnale è sempre chiaro, al Barcellona ci lavorano solo persone serie e professionisti veri. Errore pensare a quello che farà il Barcellona, dobbiamo pensare solo alla nostra partita contro una squadra che è in terza fascia e noi in quarta, sono collocati in una posizione più alta della nostra. Partita più importante da quando sono all’Inter, più dell’anno scorso a Roma contro la Lazio

SPALLETTI – Icardi? Non c’è nessun problema, a Madrid c’erano tanti giocatori anche delle altre squadre. C’è un regolamento che gestisce queste cose, aveva il permesso per andare a vedere la partita a Madrid. Non c’è niente di strano

SPALLETTI – Contro Juventus e Tottenham due squadre che sono il top a livello mondiale, partendo da queste partite posso dire dei nostri cali di tensione. Nella partita secca ce la possiamo giocare alla pari, la differenza più grande sta nelle mancate vittorie contro le squadre più piccole. Dobbiamo essere forti durante tutto l’arco delle 38 partite, non nella partita unica. Contro queste due partite si può anche perdere

SPALLETTI – La squadra sta bene, abbiamo le carte in regola per vincere la partita di domani

SPALLETTI – L’Inter ha delle certezze nonostante nell’ultimo mese abbiamo preso più gol. Non riusciamo a dare tutto per tutta la partita. Veniamo puniti durante questi piccoli cali

14:15 – Tra cinque minuti toccherà a Spalletti

POLITANO – Dobbiamo ripartire da quello che c’è stato di positivo contro la Juventus

D’AMBROSIO – Dobbiamo prendere quello di negativo che c’è stato a Torino per migliorare. Domani sarà una partita a sè

POLITANO – Normale sentire la pressione di questa maglia. Sono contento di quello che sto facendo ma c’è ancora tanto da migliorare

D’AMBROSIO – Ho un ottimo rapporto con Vrsaljko, c’è una competitività sana come accade in ogni grande squadra

D’AMBROSIO – Quando si perde nessuno è contento. Noi siamo l’Inter e dobbiamo cercare di vincerle tutte. Dobbiamo cercare di essere più concreti e di concretizzare le occasioni che ci capitano

POLITANO – Vogliamo fare sempre il massimo, passare il girone sarebbe il massimo. Poi dobbiamo concentrarci sul campionato. Ma vogliamo fare il massimo in ogni competizione

D’AMBROSIO – Dobbiamo pensare di vincerle tutte, non ci dobbiamo accontentare

D’AMBROSIO – Quando si prendono gol è sempre un problema di squadra. Troppi gol presi nell’ultimo periodo? Noi difendiamo sempre allo stesso modo. In Serie A ci sono attaccanti forti a cui se concedi spazio rischi di prendere gol

POLITANO – Sto bene, è normale con così tante partite subire un po’ di stanchezza

D’AMBROSIO – Non dobbiamo guardare l’altra partita. Se non vinciamo sarà solo colpa nostra

POLITANO – Ci serve più cattiveria, le prestazioni ci sono sempre state in questo periodo

D’AMBROSIO – Non siamo in un periodo di crisi. Domani è una partita a sé, con un pizzico di fortuna ce la possiamo fare

POLITANO – Contro la Juve se crei e non segni rischi di pagare perché loro sono forti e ti puniscono

D’AMBROSIO – Abbiamo giocato alla pari con Juve e Tottenham. Abbiamo creato occasioni e ci è mancato il gol, contro la Juve loro alla prima occasione ci hanno punito

POLITANO – Ce la metteremo tutta, quando sono usciti i calendari avremmo firmato per arrivare a questo punto

D’AMBROSIO – Dobbiamo fare il nostro senza guardare a cosa faranno Barcellona e Tottenham

14:01 – In conferenza anche D’Ambrosio e Politano

14:00 – Benvenuti alla diretta scritta della conferenza stampa di Spalletti prima del match di Champions League tra Inter e Psv. Tra qualche minuto dovrebbe iniziare

© riproduzione riservata