Fiorentina, Corvino: “Ho deciso di andarmene io per lasciare liberi i nuovi proprietari”

Tifosi curva Fiorentina I tifosi della Fiorentina - Foto Antonio Fraioli

Pantaleo Corvino, ex dirigente Viola, terminata l’esperienza con la Fiorentina, ha parlato ai microfoni del Corriere dello Sport, lasciandosi andare a uno sfogo dopo l’addio con la società gigliata: Ho deciso io di andarmene per lasciare liberi i nuovi proprietari. Ai nemici rispondo con l’elenco dei successi e i conti risanati. Alla Viola ho dedicato e dato tutto me stesso con passione e tanto impegno. Ho voluto io questo divorzio, mi rendevo conto di non poter restare con gente nuova, con una nuova proprietà. Ho deciso di chiudere, anticipando probabilmente la loro decisione, perché Commisso e i suoi hanno il diritto alla discontinuità e io rappresentavo i Della Valle”. Ha parlato anche in merito alle critiche ricevute: “Lo dico subito, per me è stato un bagno di sangue sul piano economico, ma non è questo il punto. La dignità e il senso di responsabilità hanno comunque un prezzo. Ho ricevuto critiche giuste e altre assurde, figlie di pregiudizi e antipatie: troppi sapientoni mi hanno utilizzato per ottenere il consenso di una parte della tifoseria. Io li chiamo personaggi in cerca d’autore”.

About the Author /

A 6 anni i primi calci a un pallone, a 12 le prime pedalate in sella a una Bianchi e non ci è voluto molto a capire che quelli erano i miei due mondi e che avrei dovuto raccontarli, scrivendo i gol dei campioni e le imprese degli eroi su due ruote. A 20 anni mi ritrovo a studiare presso la facoltà di Scienze della Comunicazione a Bologna