International Champions Cup, Milan-Borussia Dortmund 1-3: le pagelle

Vincenzo Montella - Foto Antonio Fraioli

Dopo le parole, è tempo dei fatti: il Milan completamente rivoluzionato dal mercato “passa alle cose formali” scendendo in campo in un test decisamente probante contro i tedeschi del Borussia Dortmund. Prima partita in ICC per i rossoneri di Vincenzo Montella, che al Guangzhou University Central Stadium cercheranno di vincere e convincere nel primo appuntamento di prestigio di quella che si può tranquillamente definire una nuova era per il Diavolo. Non sono della partita Bonucci, Conti, Biglia e Andre Silva, che proprio oggi stanno raggiungendo la Cina per unirsi al gruppo. Tre nuovi acquisti partono dal primo minuto: Ricardo Rodriguez, Franck Kessie e Fabio Borini, con Musacchio e Calhanoglu in campo nella ripresa. Una partita segnata fin dall’inzio del primo tempo, quando i tedeschi si portano già sul doppio vantaggio con la conclusione da fuori di Nuri Sahin e con il rigore trasformato da Pierre-Emerick Aubameyang. Ad accorciare le distanze ci pensa un gran gol di Carlos Bacca, abile in percussione personale a difendere palla e sublime nel concludere con l’esterno beffando l’estremo difensore dei gialloneri. Nella ripresa il Milan comincia pian piano a prendere campo, ma subisce la rete dell’1-3 con un contropiede finalizzato da Aubameyang, che con la sua esultanza lascia ben poche speranze ai tifosi di un Milan che oggi ha fatto intravedere ben poco di buono.

 

LE PAGELLE DEI ROSSONERI

 

Marco Storari 5 Ha sulla coscienza il primo gol dei tedeschi, un tiro da fuori di Sahin che, seppur angolato, non sembrava affatto insidioso. Qualche errore coi piedi anche nella ripresa.

Ignazio Abate 5.5 Prestazione incolore del capitano di oggi, ma con diverse attenuanti, dal momento che il terzino tornava a giocare dopo un’assenza di alcuni mesi a causa dei problemi all’occhio. (18’ st Gustavo Gomez 5,5 Non benissimo in un ruolo, quello di terzino destro, non propriamente suo. Prova a non farsi infilare dai trequartisti molto veloci del BVB, limita i danni).

Cristian Zapata 5.5 Non troppe sbavature per il centrale colombiano, che però non da mai la sensazione di affidabilità. Uno con la sua stazza, però, fa più fatica a entrare in condizione.

Gabriel Paletta 5 Molto male in occasione del secondo gol, quando commette fallo in area procurando il rigore poi trasformato da Aubameyang. Impreciso anche in altre circostanze. Resta comunque uno dei sicuri partenti. (1’ st Musacchio 6 Entra bene in partita il nuovo difensore rossonero, abile coi piedi, come dimostra con una giocata molto rischiosa col tacco in area, e attento nelle chiusure).

Ricardo Rodriguez 5.5 Si è visto davvero poco il terzino svizzero, uno degli investimenti più importanti del nuovo corso rossonero. Poca spinta offensiva, non troppo attento quando bisognava ripiegare: nei prossimi giorni dovrà entrare in forma perchè non manca molto al preliminare di Europa League. (18’ st Antonelli 6 Sicuramente più in palla dell’ex Wolfsburg, molto propositivo in avanti, riesce anche ad andare più volte alla conclusione ma è anche sfortunato).

Josè Mauri 5 Impalpabile il giovane centrocampista in prestito all’Empoli nella scorsa stagione. Si è visto molto poco, anche se ha giocato più di tutti, nessuna giocata positiva da ricordare quest’oggi.

Franck Kessie 5.5 Quello di regista non è di certo il suo ruolo e si vede. Il neo acquisto rossonero fatica molto nel farsi dare palla a ridosso dei difensori e nel farla poi circolare con velocità. Montella chiaramente in partite ufficiali lo sfrutterà come mezzala, nel suo ruolo naturale. (45’ st Gabbia sv)

Giacomo Bonaventura 6 Uno dei migliori nel primo tempo. Chiede e riceve spesso la palla tra i piedi e prova a saltare l’uomo per creare pericoli, ma si vede come le gambe non siano ancora leggere. Sarà sicuramente uno dei protagonisti di questa stagione. (18’ st Sosa 5.5 Tocca pochissimi palloni e si nasconde spesso dai compagni. Anche lui è ai margini del progetto).

M’Baye Niang 5 Parte bene nei primissimi minuti, mettendosi in mostra con alcune sgroppate fino alla linea di fondo, poi pian piano scompare letteralmente dal campo. E’ un esubero e sicuramente oggi l’esterno non ha fatto nulla per convincere il proprio allenatore a puntare su di lui. (1′ st Calhanoglu 6 Gioca 45 minuti, qualche dribbling riuscito e alcune combinazioni interessanti con Antonelli rendono la sua prestazione incoraggiante in vista dei prossimi impegni).

Carlos Bacca 6.5 Un grandissimo gol e poco altro in tutta la sua partita, ma può bastare per risultare il migliore dei suoi. Prima di andare a segno sembrava il giocatore apatico visto per buona parte della scorsa annata, poi segna un gol bellissimo in azione personale e comincia a giocare per la squadra, anche se non gli capitano più palle giocabili. (18’ st Cutrone 5 Il giovane attaccante ha tanta voglia di mettersi in mostra, ma quando gli capita un’occasione d’oro nel recupero si emoziona e sbaglia a tu per tu col portiere. E’ comunque un prospetto interesante).

Fabio Borini 5 Tanta generosità quanta confusione, l’esterno ex Sunderland oggi non brilla, per usare un eufemismo. Non manca la volontà di far qualcosa lì davanti, ma la maggior parte delle sue giocate risultano prevedibili e sconnesse con i movimenti dei compagni. Quando entrerà in condizione potrà essere un jolly per i rossoneri.

All. Vincenzo Montella 5 I primi venti minuti dei suoi sono da incubo, poi la squadra pian piano comincia a prendere campo e a mettere in mostra il gioco fatto vedere solo a sprazzi nella scorsa stagione. Anche oggi, però, ciò che emerge è una difficoltà atavica nel costruire con continuità azioni pericolose negli ultimi trenta metri. E’ chiaro come la dirigenza si aspetti che Montella sia in grado di plasmare una squadra vincente in poco tempo: in questa stagione sarà proprio il tecnico campano l’osservato speciale tra i rossoneri. Per ora, non si può certo dire che sia stata buona la prima.