Basket, Trentino Cup 2017: Italia-Bielorussia 96-36, le pagelle

Datome - Foto FIP

Al PalaTrento è andata in scena la seconda partita di questa Trentino Basket Cup, dopo la sfida precedente tra Ucraina e Olanda che ha visto questi ultimi prevalere per 70-65. La sfida dell’Italia è stata al contrario molto meno combattuta, quasi un ‘assolo’ quello degli azzurri che dominano dal primo all’ultimo minuto una partita senza storia, conclusasi con un eloquente 96-36. Solo il secondo quarto ha visto un minimo equilibrio, con un parziale di 12-9, ma poi il dominio è stato assoluto con gli azzurri in grado di andare sempre oltre la soglia dei 27 punti a quarto.

L’avversario non era di quelli particolarmente probanti, ma la risposta della squadra nel suo complesso è da considerarsi comunque molto positiva. Domani ad attendere l’Italia ci sarà l’Olanda.

PAGELLEITALIA

Datome: 9. Non manca mai l’appuntamento col pallone, i suoi tiri sono precisi ed i suoi passaggi al bacio. Cosa chiedere di più?

Cusin:7. Prestazione onesta. Centrato e dominante in mezzo all’area, si fa vedere anche in difesa dove è ottimo in più di un’occasione. Solido.

Cervi:7 ½. Si fa piacere e non poco sotto canestro. Le sue leve arrivano meglio e prima di quelle degli avversari. Attento e concentrato, la sua è una prestazione maiuscola.

Gallinari:8. Ottime triple, ottimi canestri, movimenti fulminei, ed una fluidità a tutto campo sul quale troneggia senza difficoltà. Tanti i minuti a lui concessi da coach Messina, che viene ben ripagato. Ogni tanto si perde in qualche giochetto di troppo, ma i questa serata lo si può perdonare.

Hackett:7. Ottimo inizio, poi si perde un po. Una prestazione onesta con cui iniziare il percorso che porta all’Europeo.

Filloy: 7 ½. Non una brutta partita, ma dal playmaker di Avellino era lecito aspettarsi qualcosina in più. Il gioco c’è, così come qualche sbavatura che viene più volte sottolineata da coach Messina. C’è ancora da lavorare.

Belinelli:8. Anche a lui sono riservati tanti minuti, ed anche lui fa buon uso di questa concessione. Pulito, solido ed efficace sia da dentro che da fuori dell’area. Un’ottimo inizio.

Melli: 7. Si fa vedere in ogni angolo del campo, ed è spesso cercato e trovato dai suoi compagni, che cercano in lui una valida via d’uscita dal palleggio. Bene in difesa, in attacco è a tratti devastante.

Tonut:6 ½. Tutto sommato una buona prestazione della giovane guardia di Venezia. Fatica molto ad entrare in partita, ma la volontà c’è e a lungo andare si fa apprezzare non poco.

Cinciarini: 7. Sempre presente, ma si vede che la condizione atletica ancora non è al top. Tutto sommato orchestra bene il gioco e si prende anche delle belle soddisfazioni personali. Certo l’avversario non era di quelli probanti.