Doping, Gregorio Paltrinieri: “Sempre accolto seconde possibilità, ora basta”

Gregorio Paltrinieri - Foto Antonio Fraioli

Interpellato in merito allo scandalo doping che sta travolgendo la Russia, Gregorio Paltrinieri esprime tutto il suo dissenso: “È una brutta faccenda. Io sono stato sempre uno che accoglieva le seconde possibilità per gli atleti, però siamo arrivati a un punto in cui davvero il doping sta prevalendo su tutto il resto, quindi magari qualcosa di drastico andrebbe fatto per stroncare la voglia a chi si vuole dopare” ha affermato il nuotatore azzurro nell’incontro con i media al centro federale di Ostia.

L’agenzia mondiale antidoping ha pubblicato un duro rapporto e l’intero Comitato olimpico russo rischia l’esclusione dai Giochi: “È una brutta situazione. Anche nel nuoto stanno trovando sempre più casi di doping, non solo russi. Spero che la situazione si risolva al più presto e che la Wada continui a controllare tutti a tappeto come stanno facendo con me, che mi controllano ogni tre giorni“.

About the Author /

Classe 1992, studente di Giurisprudenza e diplomato al Conservatorio con il sogno del giornalismo. Amo lo sport a 360°, anche perché il mio paesino da 17.000 abitanti ha cresciuto un calciatore di Serie A e della nazionale come Legrottaglie, una medaglia olimpica di volley come Mastrangelo, e l'ormai certezza della marcia Palmisano. E poi ci sono io, mancato numero 1 Atp, cui rimedio sproloquiando come redattore anche su Tennis World Italia