Masters 1000 Indian Wells 2021: uno spento Berrettini cede a Fritz, niente derby con Sinner

Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo

Rimandato a data da destinarsi il primo confronto in carriera a livello Atp tra Matteo Berrettini e Jannik Sinner. Il numero uno d’Italia è stato infatti sconfitto da Taylor Fritz nel match valido per il terzo turno del Masters 1000 di Indian Wells. Prestazione opaca da parte del romano, che ha ceduto la battuta in ben quattro occasioni e non ha mai dato l’impressione di poter impensierire il suo avversario. 6-4 6-3 lo score finale, che proietta Fritz agli ottavi contro Sinner. Non ci sono precedenti tra i due.

IL TABELLONE

IL MONTEPREMI

RIVIVI LA DIRETTA

CRONACA – Inizio complicato per Berrettini, che manca una palla break nel terzo gioco e improvvisamente si spegne. Fritz piazza infatti ben due break, issandosi sul 5-1 e portando a 4 il numero dei giochi consecutivi. Ferito nell’orgoglio, Matteo non pensa minimamente di mollare e dà vita alla rimonta. Game dopo game accorcia le distanze fino al 4-5, beffando il suo avversario, che ha servito per chiudere ben due volte. Ad un passo dall’obiettivo, però, Berrettini perde la battuta a zero e consegna il primo set all’americano per 6-4.

Il copione del secondo parziale è molto simile. Berrettini si procura una palla break nel terzo game, la spreca, e subisce il break nel gioco seguente. Nonostante i tentativi di recuperare lo svantaggio, Fritz è solido al servizio e non concede molto. Non si può dire lo stesso di Berrettini, costantemente in difficoltà. Ciononostante l’azzurro non molla mai e, anche quando sembra finita, annulla quattro match point nell’ottavo gioco prolungando la partita. Poco male per Fritz, al quale basta il primo match point sul proprio servizio per staccare il pass per il turno successivo.