Biathlon, J. Boe: “Giochi Milano-Cortina 2026 saranno fantastici, poi il ritiro”

Johannes Boe - Foto Tor Atle Kleven CC BY-SA 2.0

Il biathleta Johannes Boe ha parlato del suo futuro nel corso di un’intervista rilasciata all’emittente norvegese TV2. “Arriverò fino alle Olimpiadi del 2026 e lì mi fermerò” ha dichiarato il fuoriclasse norvegese, “penso che gli anni passeranno rapidamente, perché le mie motivazioni sono sempre maggiori. Penso che le Olimpiadi del 2026 in Italia saranno fantastiche, è impensabile fermarsi prima di quella data. Quindi quello sarà il momento perfetto di chiudere la carriera“. Il minore dei fratelli Boe non sembra dunque intenzionato a seguire le orme di Ole Einar Bjorndalen, ritiratosi dopo i quarant’anni. “Penso che a 33 anni sarà il momento giusto per avere una vita diversa dallo sport e dalle alte prestazioni sportive. E poi in quel momento avrò avuto una lunga carriera” ha spiegato Johannes Boe, che vorrà essere protagonista sulla pista di Anterselva ai Giochi del 2026 per salutare in grande stile i tifosi.