Running, il coach di Sara Dossena si sfoga sui social: “Basta, mi avete rotto”

di - 3 novembre 2018

Sara Dossena dà forfait per la Maratona di New York 2018 e sui social scoppia la bufera. La maratoneta 33enne di Clusone non sarà ai nastri di partenza della maratona più importante della stagione a causa di un problema fisico e sui social numerose persone si sono scagliate contro Maurizio Brassini, coach di Sara. Motivazione? Scarsa preparazione fisica e sospetto ‘finto infortunio’ dopo aver partecipato alla maratona degli Europei di Berlino. Brassini ha risposto alle accuse attraverso il suo profilo Facebook con un lungo messaggio: “Epilogo: Sara Dossena non sarà ai nastri di partenza della maratona di NY. E fino a qui ci siamo, lo ha annunciato qualche ora fa. Cosa è successo? Senza metafore, un banale dolore ad una gamba che alla luce delle indagini più sofisticate non trova una chiara risposta. La cosa certa è che il sintomo supera la volontà di poter correre. Quindi non resta che attendere il rientro in Italia alla ricerca di ulteriori risposte. Esattamente il minuto secondo in cui è apparso e l’istante in cui sarà passato, non credo sia importante. Lo dico perché è la domanda più gettonata. Potrebbe bastare ma io ho i cogl**** girati perché sono a NY e non mi godo molto di quello che mi si era prospettato e oltretutto la risposta che diversi addetti ai lavori non hanno in mano la trovo sui social network da parte di molti fenomeni. Alcuni meno audaci te la scrivono in privato“.

Poi il commento ironico rivolto agli ‘esperti del web’: “Ora a me può stare bene che ci sia chi sa tutto e di tutti, però a sto giro si deve rendere partecipe. Quando si tratta di parlare con il medico e leggere le risonanze magnetiche venite a dare una mano a leggerle. Quando si tratta di fare il programma degli allenamenti venite a farlo con me, quando si tratta di decidere le gare vi vorrei anche lì. Avrei bisogno di voi anche quando c’è da parlare di scelte economiche perché Marcello Magnani non sta facendo buone scelte. A breve vi chiedo di venire in Fidal a discutere i programmi fino a Tokyo. Già che ci siete dateci qualche consiglio alimentare, magari qualche dritta sulle scarpe da usare. non vorrete mancare nel dare qualche consiglio sull’altura, tempi e modi. Un altro consiglio importante è come gestire i rapporti con i media e i social network. Insomma ci servirebbe davvero tanto il vostro aiuto. Non fermatevi al messaggino o al commento, vi aspetto numerosi. Grazie“.

© riproduzione riservata