Rio 2016, Giovanni Abagnale e Marco Di Costanzo: “Gara da campioni” (VIDEO)

Marco Di Costanza e Giovanni Abagnale - Rio 2016 - Foto Ferraro/Gmt

DALL’INVIATO A RIO DE JANEIRO

Un’emozione unica: nel finale abbiamo risposto da campioni agli attacchi di Sudafrica e Gran Bretagna, non potevamo prendere la medaglia di legno”. È la gioia di Giovanni Abagnale e Marco Di Costanzo, a Casa Italia a Rio de Janeiro per festeggiare la medaglia di bronzo nel due senza di canottaggio.

Per le condizioni odierne del lago non eravamo favoritissimi – ha osservato Abagnale – perché siamo molto leggeri quindi preferiamo un po’ di vento che ci spinga. Abbiamo fatto una bella partenza per cercare di prendere posizione e stare nel gruppo, nella parte centrale siamo stati un po’ penalizzati ma abbiamo cercato di stare sempre appresso ai neozelandesi, che sono fortissimi e si confermano da otto anni. Alla fine con l’attacco dell’Inghilterra abbiamo chiuso gli occhi e siamo partiti perché non potevamo prendere il legno”.

Il segreto del successo lo ha spiegato invece Marco Di Costanzo: “La cosa più importante è stata la nostra fortissima voglia di dimostrare che non siamo venuti qui per partecipare, ma per vivere qualcosa di importante. Non è stato facile ma siamo stati bravi, con la fame di vincere e la voglia di mostrare come due piccoli uomini possano fare qualcosa di grande. Noi eravamo i più giovani in gara, ci siamo messi lì e negli ultimi 500 metri abbiamo risposto da campioni”.

GUARDA IL VIDEO

Sportface/Italpress

L’autore: /

Nato il 25 giugno 1982, pochi giorni dopo ho deciso di fare il giornalista sportivo guardando la finale di Wimbledon tra Connors e McEnroe e il terzo trionfo Mondiale dell'Italia. Professionista dal 2010, ho lavorato per la Gazzetta dello Sport, Il Tempo e l'agenzia di stampa Italpress. Amo tutti gli sport, soprattutto i più strani