Nuoto, Mondiali Abu Dhabi 2021: staffetta 4×100 mista d’oro, Miressi campione nei 100 stile libero

Nicolò Martinenghi - Photo Giorgio Perottino / Deepbluemedia

Nella sesta ed ultima giornata dei Mondiali di Abu Dhabi 2021 di nuoto in vasca corta, arriva la quarta medaglia d’oro per l’Italia. A conquistarla è Alessandro Miressi nei 100 metri stile libero. Gara dalle mille emozioni per l’azzurro, che non parte benissimo, ma sale in cattedra nella seconda parte e beffa di appena 5 centesimi lo statunitense Held. Record italiano e medaglia d’oro per Miressi, capace di nuotare in 45.57. “Sono felice, ora devo riprendermi perché tra poco ho la staffetta e dovrò concentrarmi nuovamente. Cercavo questo risultato da molto tempo, oggi è stata una bella gara: ho ripreso tutti negli ultimi 50. Sono andato d’istinto” ha detto il 23enne di Torino ai microfoni di Rai Sport.

Giornata da dimenticare invece per Gregorio Paltrinieri, quarto nei 1500 stile libero. L’azzurro nuota in 14:21.00 ma non riesce mai ad impensierire i tre avversari che lo precedono. Come se non bastasse, il tedesco Wellbrock gli toglie anche il record del mondo con una prestazione sbalorditiva culminata con un 14:06.88. Quinto Domenico Acerenza, soddisfatto del suo 14.24.31. Quinta posizione anche per Francesca Fangio nei 200 rana. Nonostante il mancato record italiano, la 26enne di Livorno è sorridente e si gode il suo buon 2:19.77. La vittoria è andata alla statunitense Escobedo.

Giornata agrodolce per Lorenzo Mora, che polverizza il record italiano nei 200 dorso ma vede sfumare il podio per una manciata di secondi. Resta comunque un ottimo quarto posto ed un super crono di 1:49.27. Sul gradino più alto del podio il polacco Kawecki. Niente medaglia, ma gara comunque positiva per Elena Di Liddo. L’azzurra ottiene un buon quinto posto (56.34) nei 100 farfalla, vinti dalla canadese Macneil.

Nicolò Martinenghi è d’argento nei 50 rana in 25.55. Seconda medaglia individuale per l’azzurro, che ha mille ragioni per essere contento, eppure resta un pizzico d’amaro in bocca. L’unico a precederlo è infatti lo statunitense Fink, ma la distanza tra i due ammonta a soli 2 centesimi, vale a dire mezza bracciata. Poco male comunque per il 22enne di Varese, ormai diventato una garanzia. Silvia Di Pietro chiude ultima nei 50 stile libero, nuotando in 23.98 (vittoria della svedese Sjoestroem). Le buone notizie per l’Italia però non sono finite. Nella staffetta maschile 4×100 mista, Miressi, Rivolta, Martinenghi e Mora ottengono una splendida medaglia d’oro. Dopo un inizio non eccellente, Rivolta recupera importante terreno, mentre ancora una volta Alessandro Miressi è devastante nello stile libero e sugella la medaglia. 3:19.76 il tempo complessivo, record dei Campionati.

LE PAROLE DI PALTRINIERI

GLI ITALIANI IN GARA OGGI

IL CALENDARIO COMPLETO: DATE, ORARI E TV

GLI ITALIANI IN GARA GIORNO PER GIORNO

MEDAGLIERE AGGIORNATO IN TEMPO REALE

SEGUI LA DIRETTA