Nuoto di fondo, infortunio al gomito per Paltrinieri dopo la 5km di Key Biscayne

Gregorio Paltrinieri - Foto Gian Mattia D'Alberto / lapresse

Prima la vittoria poi il dolore. Dopo il weekend trionfale di Key Biscayne, Gregorio Paltrinieri ha dovuto fare i conti con un gomito dolorante, passando l’intera giornata di lunedì in ospedale. Greg, campione olimpico dei 1500, è stato l’assoluto protagonista del fine settimana di gara del nuoto di fondo in Florida. In tre giorni il campione azzurro si è aggiudicato la 10 km e la 5 km, procurandosi in quest’ultima un infortunio al gomito. Allungando il braccio per tagliare per primo il traguardo, nel tentativo di battere il connazionale Domenico Acerenza, Paltrinieri ha sbattuto accidentalmente il gomito. L’azzurro ha iniziato ad avvertire dolore solamente nove ore dopo la conclusione della gara e secondo quanto riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’ si tratterebbe di lesione da iperestensione, dolore laterale e mediale.

PALTRINIERI BATTE ACERENZA NELLA 5 KM

All’ospedale di Miami gli è stato estratto sangue e liquido oltre ad esser stata applicata una fascia in neoprene e ghiaccio, passando così l’intera giornata di lunedì a riposo. Quest’oggi era prevista la partenza per il raduno d’altura di tre settimane a Flagstaff ma Greg rientrerà a casa a Carpi dove dovrà stare fermo fino a che non si avrà un quadro clinico più completo, sotto l’occhio attento dello staff federale guidato dal professor Marco Bonifazi. Uno stop che accende un piccolo campanello d’allarme per l’atleta e per l’Italia del nuoto di fondo, proprio nella fase più importante di preparazione verso i Mondiali di luglio di Gwangju. Con la situazione tutta da valutare, Paltrinieri proverà a recuperare al più presto possibile per tornare ad allenarsi. Anche perché l’Italia punta forte sulle prestazioni del bicampione del mondo dei 1500, pronto a cercare il terzo titolo nella ‘sua’ specialità; ma soprattutto carico e motivato per garantire la carta olimpica all’Italia nel nuoto di fondo, qualificazione archiviabile solamente grazie ai risultati che verranno registrati ai Campionati del Mondo in Corea del Sud.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.