Australian Open 2021: Osaka rovina i piani di Serena Williams, trionfa in due set e vola in finale

Naomi Osaka - Foto Ray Giubilo

Naomi Osaka è la prima finalista degli Australian Open 2021. Nel match più atteso di giornata, la giocatrice nipponica ha sconfitto con il punteggio di 6-3 6-4 Serena Williams. E’ durata un’ora e sedici minuti la prima semifinale femminile, che ha visto la testa di serie numero tre sempre in controllo delle operazioni. Nulla da fare per il tanto agognato 24° slam, con l’americana che dovrà rimandare l’appuntamento al prossimo major. In finale Osaka troverà Jennifer Brady. La giocatrice di Harrisburg ha battuto in semifinale Karolina Muchova con il punteggio di 6-4 3-6 6-4. La testa di serie numero ventidue ha impiegato circa due ore per avere la meglio della sua avversaria e qualificarsi alla prima finale a livello slam della sua carriera. Grazie a questo risultato migliorerà il suo best ranking, andando ad occupare almeno la tredicesima posizione delle classifiche Wta.

GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH

CRONACA – Avvio in salita per la giapponese, che si ritrova subito sotto 0-2 e con una palla break da fronteggiare. Dopo averla annullata ed aver conquistato il suo primo game nel match, però, Naomi si scioglie e risale la china fino al 5-2. Chiudere 6-3, per lei, è un gioco da ragazzi. Nella seconda frazione, invece, i ruoli s’invertono ed è Serena Williams a dover inseguire. Nonostante lo svantaggio, l’americana è brava a riportare in parità la situazione nell’ottavo gioco, fissando il punteggio sul 4 pari. Un parziale di 8 punti a 0 mette però fine a tutto, spedendo Osaka in finale e Serena Williams a casa.