F1, al via la Ferrari Driver Academy: anche due donne tra i nove piloti

Carlos Sainz, GP Emilia-Romagna - Foto Denise Marcorella

Iniziato il tredicesimo anno di attività della Ferrari Driver Academy: ritrovo a Maranello nella mattinata di martedì 11 gennaio. Il programma del Cavallino Rampante, creato nel 2009, ha come obiettivo quello di preparare i giovani di maggior talento a rappresentare la scuderia Rossa in Formula 1. In questa stagione, la Fda seguirà nove piloti. Assenti giustificati Mick Schumacher e Robert Shwartzman, i due più esperti, impegnati con le rispettive squadre di Formula 1, Haas F1 Team per il tedesco e scuderia Ferrari per il russo, che nel 2022 ricoprirà il ruolo di test driver.

A pochi minuti dall’inizio del primo dei workshop, i compagni di appartamento in Casa FDA nel 2021 (Arthur Leclerc, Dino Beganovic, Maya Weug e James Wharton) hanno aiutato le matricole Oliver Bearman e Rafael Camara, selezionati nella seconda edizione delle FDA Scouting World Finals, e Laura Camps Torras, la seconda ragazza ad essere entrata a far parte dell’Academy Ferrari dopo aver vinto il programma Fia Girls on Track – Rising Stars. A dare il benvenuto agli allievi Marco Matassa, direttore FDA, il team principal Mattia Binotto e il Racing Director Laurent Mekies.

In questa prima settimana i piloti affronteranno il tradizionale Camp di inizio anno con quattro giornate dedicate a workshop su vari argomenti e diversi test psicofisici. Previste anche attività sportive ed una giornata sui kart al Franciacorta Karting insieme a Tony Kart, storico partner che supporta FDA anche nel suo programma di scouting. La stagione 2022 vedrà i nove piloti della Ferrari Driver Academy impegnati su diversi fronti. In Formula 3 ci sarà Arthur Leclerc, alla seconda stagione nella categoria e atteso tra i favoriti per il titolo dopo il buon debutto dello scorso anno. Nel team Prema invece ci sarà Oliver Bearman, che nel 2021 è stato il dominatore della Formula 4.