Sassuolo, De Zerbi: “Mai pensato di andarmene. Possiamo avvicinarci alle big”

Stemma Sassuolo Calcio, FOTO Stena Wikipedia

Roberto De Zerbi e il Sassuolo, una storia ancora tutta da scrivere. Il tecnico lombardo resterà sulla panchina neroverde anche nella prossima stagione, con l’ambizione di costruire un progetto che porti risultati importanti. Ai microfoni di Sky Sport De Zerbi chiarisce una volta per tutte il discorso legato al suo accostamento ad altre panchine: “Non ho mai avuto l’idea di cambiare, mi sento l’allenatore di una squadra di prima fascia. Ancora forse questo Sassuolo è in fase embrionale, siamo appena partiti, ma sono convinto che tra qualche anno potremo avvicinarci alle big”.

Il sogno è quello di tornare in Europa, e il presidente Squinzi vorrebbe che fosse addirittura la Champions League“Avere un patron così ambizioso non è una pressione, ma uno stimolo. A me piace sognare, ma bisogna tenere sempre conto della realtà. Siamo da pochi anni in Serie A e questo si paga se ti rapporti con squadre che hanno un’altra storia dietro. Le ambizioni della proprietà comunque per me sono un privilegio e una fonte di orgoglio”.

Proprio la grande ambizione della società emiliana è stato lo stimolo per De Zerbi per convincerlo a restare anche nella prossima stagione“Dipende anche cosa si lascia quando fai delle scelte. Lasciando Sassuolo avrei lasciato un posto che stimo e che mi stima. Voglio essere me stesso quando lavoro e so che qua lo potrò essere ancora nella prossima stagione. Ho una grande ambizione com’è normale che sia, sono un tecnico giovane, ma non ho mai avuto tentennamenti sulla mia permanenza in neroverde quest’estate”.