Spagna-Francia, Deschamps: “Pogba dovrà difendere di più senza Rabiot”

Didier Deschamps - Nazionale Francia - Foto Williams Morice - CC BY-ND 2.0

Domani la Francia affronterà la Spagna nella finale di Nations League. L’allenatore dei francesi, Didier Deschamps, ha parlato in conferenza per presentare la gara: “Loro giocheranno con una difesa a quattro, di solito giocano col 4-3-3. Tutto è possibile, ci sono tante opzioni a disposizione. Rabiot? Posso solo dire che questa mattina abbiamo fatto altri test, alle 8.00. Sono misure che devono essere adottate, la squadra sente la sua mancanza. Abbiamo fatto tutti i test e siamo tutti negativi. Abbiamo 21 giocatori a disposizione, sono tutti pronti”.

Il tecnico francese ha parlato poi di vari singoli, suoi e avversari: “Dove giocherà Pogba? Non cambieremo molto. Rabiot non ci sarà, ma abbiamo altri giocatori che possono occupare quella posizione. Pogba avrà maggiori responsabilità nel difendere, il suo ruolo è molto importante. Si muove tanto, può occupare diverse posizioni in campo. Gavi? Ci sono tanti giocatori che giocano ad altissimo livello. Ha giocato bene contro l’Italia, ha parecchia personalità. Io non guardo l’età dei giocatori, quando mancano i giocatori si mandano in campo i più giovani. È all’inizio della sua carriera. Riposo? Meglio avere quattro giorni di riposo, però si può andare anche ai supplementari. Vediamo domani, oggi rimaniamo concentrati. Dobbiamo recuperare al meglio le forze. Non vogliamo cercare scuse. Domani vogliamo vincere noi. Varane? La difesa a tre lo esalta, soprattutto se gioca al centro. Con il Real Madrid ha giocato sulla destra, ma secondo me giocando al centro della difesa ha parecchia esperienza e può guidare al meglio i compagni”.

Deschamps ha poi parlato di come i campioni del mondo in carica affronteranno la gara di domani: “Io sono concentrato sulla partita di domani. Abbiamo dato la miglior risposta possibile, siamo molto contenti. La vittoria ti aiuta e ti dà fiducia anche se non abbiamo fatto tutto bene, c’è stato qualche errore di troppo. Abbiamo dimostrato di saper rimontare e cambiare la partita, abbiamo fatto vedere che siamo molto forti mentalmente. Ricordiamoci che il Belgio è primo nel ranking. Sappiamo che loro sono forti, ma possiamo pressarli. Hanno tante qualità come squadra, hanno ottimi giocatori a disposizione. Possono uscire facilmente dalla pressione, sanno come cavarsela in quelle situazioni. Dobbiamo cercare di non sprecare troppe energie. Domani comunque faremo di tutto per poter vincere questa partita”.