Italia e Svizzera a pari punti, cosa conta? Il regolamento

Xherdan Shaqiri, attaccante della Svizzera, ex calciatore dell'Inter

Situazione rovente nelle qualificazioni ai Mondiali 2022 in Qatar con gli azzurri che cercano il primo posto, l’unico che dà il pass diretto per la rassegna iridata. L’Italia si trova a quota 14 punti e ha riposato in questa sosta nella quale ha giocato la Nations League, nel frattempo è scesa in campo la Svizzera che stasera affronta la Lituania. In caso di (probabilissima) vittoria degli elvetici, quota 14 punti anche per i nostri rivali nel girone C.

REGOLAMENTO IN CASO DI ARRIVO A PARI PUNTI: ECCO COME FUNZIONA

Le cose, a questo punto, si complicano e non poco. Parità di punti in vetta alla classifica, dunque il regolamento ci viene in soccorso per capire cosa succede a due giornate dalla fine e con uno scontro diretto da giocare a Roma il 12 novembre nella nona e penultima giornata. L’Italia ha una differenza reti migliore rispetto ai nostri avversari, che però hanno ridotto il gap in tal senso in questa pausa di ottobre. Bisogna ricordare, infatti, che è proprio la differenza reti complessiva a valere come primo criterio in caso di parità di punti tra due o più squadre, e non i punti fatti negli scontri diretti come avviene, per esempio, in Serie A o in Champions.

GLI SCENARI SE STASERA LA SVIZZERA VINCE – Per avere la certezza di andare ai Mondiali, gli azzurri dovranno battere la Svizzera e poi in Irlanda del Nord potremmo contare su due risultati su tre, o sulla sconfitta qualora però gli svizzeri, battendo la Bulgaria, non migliorino la propria differenza reti tanto da superare quella della Nazionale. In caso di pareggio, invece, sarà proprio la differenza reti a risultare decisiva: le due squadre arriverebbero a quota 15 a braccetto prima di giocare l’ultima giornata, gli azzurri dovranno vincere con un punteggio tale da non compromettere il vantaggio nella differenza reti nei confronti della Svizzera che giocherà in contemporanea. In ogni caso, nell’ultima giornata basterà la vittoria con qualsiasi punteggio se la Svizzera non riuscirà a vincere, basterà il pareggio se la Svizzera pareggerà o perderà, andrà bene la sconfitta se la Svizzera perderà e se gli azzurri manterranno una differenza reti migliore. Situazione quasi drammatica in caso di sconfitta nello scontro diretto, visto che il destino non sarebbe più nelle nostre mani. La Svizzera andrebbe a 17, l’Italia resterebbe ferma a 14 e per il primo posto dovremo sperare nella sconfitta elvetica e in una nostra vittoria, che al contempo andrebbero a rendere la nostra differenza reti migliore rispetto a quella dei nostri rivali.