Playoff Serie C 2019/2020, Juventus U23 e Carpi ai quarti di finale

Il pallone della Serie A Tim 2017-2018 - Foto Antonio Fraioli

Il Carpi e la Juventus Under 23 hanno conquistato l’accesso ai quarti di finale dei playoff della Serie C 2019/2020, superando il primo turno della fase nazionale. Gli emiliani hanno sfruttato il fattore campo e non senza sofferenze hanno impattato per 2-2 con l’Alessandria, mentre i bianconeri di Pecchia hanno regolato per 2-0 il Padova nonostante 45′ in inferiorità numerica.

CARPI-ALESSANDRIA, RIVIVI IL LIVE

JUVENTUS U23-PADOVA, RIVIVI IL LIVE

Carpi-Alessandria 2-2

Al “Cabassi” i padroni di casa lasciano inizialmente l’iniziativa ai piemontesi, ma il primo quarto d’ora regala davvero pochissime emozioni. Con il passare dei minuti il Carpi sale di colpi, rendendosi pericoloso grazie soprattutto alle scorribande sugli esterni. L’occasione migliore arriva al 29′ sui piedi di Vano, che però da pochi metri non trova la deviazione vincente. Prova a reagire anche l’Alessandria, ma proprio al 45′ il Carpi passa: Saric serve perfettamente in profondità Biasci, che a tu per tu con Valentini non sbaglia e firma l’1-0.

Nel secondo tempo però succede di tutto, perchè in quattro minuti tra il 50′ ed il 54′ l’Alessandria usufruisce di due calci di rigore. Eusepi li trasforma entrambi e porta i “grigi” in vantaggio, pochi minuti dopo lo stesso attaccante colpisce anche una traversa dal limite sfiorando l’incredibile 1-3. Il Carpi prova a rispondere tra mille difficoltà, al 61′ Jelenic colpisce la traversa e al 67′ Saric si divora il 2-2 mandando alto di testa da pochi passi. Il momento decisivo al 72′: il portiere dell’Alessandria Valentini perde un contrasto aereo e anche il pallone, con Biasci che di testa insacca per il 2-2 e la doppietta personale. Nei minuti finali gli ospiti ci provano, senza però creare nitide palle gol.

Juventus U23-Padova 2-0

L’inizio di partita al “Moccagatta” è tutto per il Padova, che approfitta di un approccio un po’ morbido dei bianconeri di Pecchia. Al 6′ Kresic manda fuori di poco con un colpo di testa, mentre al 10′ si sviluppa un batti e ribatti in area della Juventus con la difesa che in qualche modo allontana il pericolo. Dopo il primo quarto d’ora di sofferenza, i padroni di casa alzano il baricentro senza però creare grandi pericoli. Al 32′ il Padova torna a farsi pericoloso con Ronaldo, mentre al 36′ la Juventus confeziona la miglior occasione ma Fagioli si vede respingere il proprio tiro da Minelli. Prima dell’intervallo ci prova ancora un vivace Ronaldo, ma la palla termina sopra la traversa.

Il secondo tempo inizia nel peggiore dei modi per la Juventus: Fagioli infatti viene espulso per doppia ammonizione e lascia i bianconeri in dieci al 46′. L’inferiorità numerica però non spaventa i ragazzi di Pecchia, che passano in vantaggio al 53′ grazie ad una gran giocata di Zanimacchia il quale da posizione defilata calcia una punizione perfetta che si insacca sotto la traversa. Il Padova prova a reagire ancora con Ronaldo, ma al 67′ arriva il 2-0 in contropiede con un preciso sinistro dal limita di Frabotta che di fatto chiude i conti rendendo decisamente più tranquillo il finale di partita.