International Champions Cup, Roma-Juventus 1-1 (5-6 dopo rigori): le pagelle

Edin Dzeko - Foto Antonio Fraioli

Sfida oltreoceano tra le prime della classe del nostro campionato, vinta dalla squadra di Max Allegri ai calci di rigore. È proprio la Juve a passare in vantaggio con Mandzukic, la Roma pareggia nella ripresa, grazie al solito Dzeko. Ottime le prestazioni dei due terzini mancini, Kolarov e Alex Sandro, autori di un assist a testa.

Le pagelle della Roma

Alisson 5: avrebbe potuto fare di più in occasione della rete subita, poi rischia di combinare la frittata su un tiro di Douglas Costa, ma è bravo a neutralizzare il tap-in di Higuain

Peres 6: I problem difensivi persistono, anche se in misura minore, ma spinge per tutta la partita

Fazio: perde Mandzukic, in occasione dell’1 a 0

Juan Jesus 6: attento in più di un’occasione su Higuain (dal 45’ Moreno 6: è chiamato in causa poche volte)

Kolarov 7: devastante sulla corsia mancina, dal suo sinistro nascono tutte le azioni pericolose della Roma, compreso il gol del pari, per il quale fornisce l’assist (dall’83’ Castan s.v.)

Strootman 6.5: lotta, come al solito, e rischia di pareggiare la partita con un sinistro che quasi spacca la traversa (dal 65’ Gerson 6: riesce in alcune buone giocate, quando ha la palla tra i piedi)

De Rossi 6: 45 minuti di ordinaria amministrazione, per lui (dal 45’ Gonalons 6: prende da subito le chiavi del centrocampo)

Nainggolan 5: sbaglia molto, troppo. Paga palesemente il passaggio a una nuova posizione (dal 65’ Pellegrini s.v.)

Defrel 6: compie un paio di ottime giocate, ma, a volte, scompare dalla partita (dal 65’ Under 6.5: pericolosissimo quando ha la palla, generoso in difesa)

Dzeko 7.5: lotta, corre e segna. Per chi avesse dei dubbi, Dzeko è quello della stagione appena conclusa (dall’83’ Tumminello s.v.)

Perotti 5: ci mette l’impegno, ma non riesce ancora a trovare la giusta collocazione tattica, anche se avrebbe il merito di essersi procurato un calcio di rigore, non visto dall’arbitro (dall’83’ Iturbe s.v)

 

Le pagelle della Juve

Buffon 6: praticamente, mai impegnato (dal 66’ Pinsoglio 6.5: indeciso sulla punizione di Kolarov, ma strepitoso dagli 11 metri)

De Sciglio 6.5: spinge tantissimo ed è attento in difesa (dal 45’ Lichsteiner 6: tanta corsa e ordine tattico, all’interno della sua partita)

Benatia 5: malposizionato più di una volta, rischia anche di regalare un rigore agli avversari (dal 45’ Barzagli 6: quasi mai fuori posizione)

Rugani 6.5: sempre attentissimo, specie in marcatura su Dzeko (dal 45’ Chiellini 6: attento negli anticipi)

Alex Sandro 7.5: il solito treno sulla fascia sinistra, attentissimo in difesa e sempre pericoloso quando spinge (dal 66’ Asamoah 6: solita prova di sostanza)

Pjanic 5.5: troppo confusionario (dal 66’ Sturaro s.v.)

Marchisio 6.5: in questa competizione, sta giocando come sui livelli del pre-infortunio. Anche oggi, è stato il metronomo della Juventus, commettendo pochi errori (dal 45’ Khedira 6: prova con pochi errori, la sua)

Cuadrado 6: spinge poco, in una posizione inedita, ma offre comunque una buona prestazione (dal 45’ Douglas Costa 6.5: salta sovente l’uomo e crea pericoli sin dal suo ingresso in campo

Dybala 6: delizia il pubbico con alcune giocate di classe, ma non incide più di tanto (dal 66’ Bentacur s.v.)

Mandzukic 7: la Juventus ha acquistato 2 esterni, lui risponde con l’ennesimo gol (dal 66’ Bernardeschi 5.5: fallisce una buona occasione per portare in vantaggio i suoi

Higuain 5: apatico e distratto, non riesce mai a rendersi pericoloso