Euro 2020, mancanza di ordine pubblico nella finale: due partite a porte chiuse per l’Inghilterra

Sono passati tre mesi dall’11 luglio, giorno della finale di Euro 2020 che ha consacrato l’Italia di Roberto Mancini come Campione d’Europa. A più di novanta giorni da quella data, però, la Uefa ha deciso di pronunciarsi in merito alla mancanza di ordine pubblico causata a Wembley dai padroni di casa dell’Inghilterra, infliggendo agli inglese una multa e due partite a porte chiuse.

Ecco il comunicato ufficiale della Uefa: “A seguito di un’indagine condotta da un ispettore etico e disciplinare, la Uefa ha adottato oggi la seguente decisione: ordine per la Federcalcio inglese di giocare le sue prossime due partite in competizioni Uefa a porte chiuse, la seconda delle quali è sospesa per un periodo di prova di due anni dalla data della presente decisione, per la mancanza di ordine e disciplina dentro e intorno allo stadio; multa alla Federcalcio inglese di 100.000 euro per la mancanza di ordine e disciplina all’interno e intorno allo stadio, per l’invasione del campo di gioco, per lancio di oggetti e per i disordini durante gli inni nazionali”.

About the Author /

Mi chiamo Daniele Forsinetti, sono nato il 30 novembre 1996 ed ho una grande passione per la maggior parte degli sport. Scrivo per Sportface.it dal marzo 2020 e sogno di diventare un giornalista sportivo.